Porsche…a Le Mans nessuno come lei

222251.jpg

In occasione della “Notte dei Campioni”, tenutasi presso il Centro R&D di Weissach, Porsche ha ripercorso gli straordinari risultati ottenuti 3333nella stagione Motorsport 2015. In questa occasione, il Presidente del Consiglio di Amministrazione di Porsche, il Dr. Oliver Blume, ha indicato le prime coordinate per la prossima stagione. “In pista abbiamo vissuto uno degli anni di maggior successo nella storia dell’azienda. Per il 2016 abbiamo tutte le intenzioni di confermare il trend positivo, quindi ingrane-remo la marcia più alta ancora una volta. Saremo l’unico costruttore a gareggiare in tre delle quattro classi a Le Mans“, ha sottolineato nel corso del suo intervento.

919 Hybrid: difende il titolo nel WEC con numeri di partenza uno e due
Nel 2016, la squadra Porsche entra nella terza stagione del WEC per difendere il titolo. Due 919 Hybrid affronteranno i nove round del Campionato mondiale Endurance con i numeri di partenza uno e due. La 919, sottoposta a perfezionamenti sotto moli aspetti, rappresenta l’evoluzione tecnica della vettura che ha corso nel 2015. Il suo nuovo look sarà svelato al prologo del WEC, che si terrà al circuito Paul Ricard, in Francia, il 25 marzo prossimo. Il sistema ibrido della 919 combina la tecnologia turbo all’avanguardia del downsizing con un efficiente sistema di iniezione diretta in un motore turbo a benzina V4 da 2 litri, impiegando una batteria agli ioni di litio di nuova concezione per accumulare l’energia da due sistemi di recupero, l’energia prodotta in frenata all’asse anteriore e l’energia dei gas di scarico. La 919 Hybrid eroga una potenza di quasi 1.000 CV e ha fornito a Porsche molti stimoli importanti per lo sviluppo delle future vetture sportive per l’impiego su strada, come la tecnologia da 800 volt per la concept car Mission E, che entrerà in produzione alla fine del decennio. Saranno due (e non tre) le 919 Hybrid che gareggeranno alla 24 Ore di Le Mans, l’appuntamento più importante del WEC 2016. Porsche e la società gemella VW-Audi hanno accettato di mettere in pista solo una vettura LMP1 ciascuno, nell’ottica della massima efficienza dei costi. Tutti i sei attuali piloti regolari della Porsche 919 Hybrid si sfideranno di nuovo nel 2016. Alla guida della vettura da corsa LMP1 con il numero uno sono i vincitori del titolo mondiale Piloti, Timo Bernhard (34), Brendon Hartley (26) e Mark Webber (39), con Romain Dumas (37), Neel Jani (32) e Marc Lieb (35) che si dividono la vettura gemella col numero due.

Kévin Estre firma come pilota professionista Porsche
Un altro pilota professionista, che si è guadagnato i suoi gradi nel Campionato monomarca Porsche, entrerà nella squadra ufficiale: il francese Kévin Estre (27) ha collezionato molti successi durante i sei anni al volante della 911 GT3 Cup, inclusi i titoli della Porsche Carrera Cup Francia e della Porsche Mobil 1 Supercup. Nel 2015, ha corso per il team Porsche Manthey nella 911 RSR nel round WEC di Spa ottenendo il terzo posto nella classe GTE-Pro con il pilota Porsche Junior, Sven Müller (23). Con Kévin Estre, Porsche ha ora sotto contratto 16 piloti professionisti nelle categorie LMP1 e GT per la stagione 2016.

Porsche riorganizza il programma WEC GT
Oltre all’impegno nella LMP1, Porsche gareggia ancora una volta in entrambe le categorie GTE-Pro e GTE-Am nel 2016. I piloti professionisti Richard Lietz (31) e Michael Christensen (25) puntano a difen-dere il titolo nella categoria professionale. A Le Mans, la coppia sarà assistita da Wolf Henzler (40). Il team Dempsey Proton Racing schiera la 911 RSR dei piloti professionisti Porsche. L’attore americano Patrick Dempsey (49) continua a seguire le gare WEC nel 2016 come partner del team. Ogni volta che i suoi impegni cinematografici glielo consentiranno, affronterà anche corse selezionate nella classe GTE-Am.

Altre due 911 RSR alla 24 Ore di Le Mans
Porsche ha anche intenzione di schierare altre due 911 RSR alla 24 Ore di Le Mans. A condividere la cabina di pilotaggio di una delle due vetture sono Patrick Pilet (34) e Kévin Estre, con il britannico Nick Tandy (31). La vettura gemella è invece appannaggio di Earl Bamber (25), Frédéric Makowiecki (35) e Jörg Bergmeister (39). “Ci farebbe piacere che l’ACO ci confermasse la disponibilità di due posti per le GTE-Pro sulla griglia di partenza”, riferisce Frank-Steffen Walliser, Direttore di Porsche Motorsport.

Porsche difende il titolo negli Stati Uniti con due 911 RSR
Nella terza stagione del più importante campionato di auto sportive negli Stati Uniti, l’IMSA Weathertech SportsCar Championship, Porsche invia di nuovo una squadra di piloti professionisti per raccogliere la sfida. Il team Porsche Nord America schiererà nuovamente due 911 RSR, modificate in modo significativo per conformarsi alle nuove norme. A bordo della vettura numero 911 ci saranno Patrick Pilet e Nick Tandy. Nelle corse più lunghe (24 Ore di Daytona, 12 Ore di Sebring, Watkins Glen e Petit Le Mans), la coppia sarà assistita da Kévin Estre. L’equipaggio base della vettura numero 912 è composto da Frédéric Makowiecki e Earl Bamber, che saranno affiancati da Michael Christensen nelle quattro classiche gare di durata. La stagione prenderà il via con la 24 Ore di Daytona il 30 gennaio.

La nuova 911 GT3 R celebra il debutto in gara a Daytona
Nel tradizionale circuito in Florida, la versione derivata dalla serie della nuova 911 GT3 R per i team privati, dotata del nuovo motore boxer a 6 cilindri con cilindrata di 4 litri e iniezione diretta, celebra il suo debutto in gara. Al round di apertura della stagione, quattro squadre mettono in pista cinque vetture. Il pilota ufficiale Wollf Henzler supporta la squadra di Alex Job Racing. Jörg Bergmeister compete per Park Place Motorsports con Patrick Long che corre per Black Swan Racing. Data la forte risposta dei team privati di tutto il mondo, Porsche ha deciso di aumentare la produzione della 911 GT3 R a circa 40 auto.

Nel 2016, i piloti ufficiali Porsche competono a livello mondiale nella 911 GT3 R
Porsche continua la tradizione di sostenere i team privati della 911 GT3 R con i propri piloti professionisti. Di conseguenza, Jörg Bergmeister gareggerà nel Super GT giapponese, mentre Patrick Long affronterà il Pirelli World Challenge per il team Effort Racing. Alla 24 Ore del Nürburgring, Wolf Henzler compete nuovamente per il team Falken Motorsports.

Il costruttore schiera due 911 GT3 R alla 24 Ore del Nürburgring
Con lo storico team Manthey Racing, Porsche affronta nel 2016 la gara automobilistica più famosa della Germania, la 24 Ore del Nürburgring, con due nuove 911 GT3 R, ciascuna delle quali è condivisa da quattro piloti professionisti. La GT3, basata sulla settima generazione dell’icona sportiva 911, ha fatto la sua comparsa alla scorsa edizione della 24 Ore del Nürburgring è ha dimostrato chiaramente le sue capacità sulla Nordschleife conquistando il terzo posto nella sua prima corsa di test, inclusa nel Campionato Endurance VLN in Ottobre.

Porsche amplia il programma di formazione di giovani piloti
Nel 2016 Porsche amplia ulteriormente il proprio collaudato programma di formazione dei giovani piloti. Il tedesco Sven Müller (23) e l’italiano Matteo Cairoli (19) riceveranno 200.000 Euro ciascuno per ga-reggiare in un’altra stagione della Porsche Mobil 1 Supercup. A bordo ci sono due nuovi giovani aspiranti di talento: Dennis Olsen (19) dalla Norvegia compete nella Porsche Carrera Cup Deutschland, il primo passo nella sua formazione per diventare un pilota professionista. Il francese Mathieu Jaminet (21) è riuscito a battere gli altri giovani candidati talentuosi della serie monomarca in tutto il mondo. Il vice-campione della Carrera Cup France affronta la Porsche Mobil 1 Supercup come pilota Porsche Junior. Come negli anni precedenti, l’ex pilota professionista ufficiale Porsche Sascha Maassen, allenerà non solo in pista i quattro piloti Porsche Junior.

Ryan Dalziel si aggiudica la Porsche Cup
Il vincitore di quest’anno della Porsche Cup, il trofeo per il pilota privato Porsche di maggior successo, è un pilota scozzese. Ryan Dalziel (33) ha ricevuto l’ambita Porsche Cup dalle mani del Dr. Wolfgang Porsche, Presidente del Consiglio di Supervisione di Porsche AG. Inoltre, Dalziel si porta a casa una Porsche 911 Carrera 4S Cabrio da 400 cavalli, del valore di oltre 165.000 Euro. Grazie ai suoi successi nella Pirelli World Challenge, in cui si è piazzato terzo assoluto al volante della 911 GT3 R del team Effort Racing, ha guadagnato 5.580 punti nel corso della stagione 2015. Il secondo classificato, Klaus Bachler, riceve un premio di 30.000 Euro. Al terzo posto, Marco Seefried vince 25.000 euro. La Porsche Cup, basata su un’idea di Ferry Porsche, viene assegnata dal 1970. (Porsche AG Press)