Volkswagen incrementa l’utilizzo di energia verde per i suoi impianti

db2020al00083-large.jpg

La marca Volkswagen sta facendo progressi verso l’obiettivo di una produzione a zero emissioni di CO2 entro il 2050. L’Azienda si è ora posta nuovi ambiziosi traguardi per il 2020, al fine di aumentare la percentuale di energia prodotta all’esterno da fonti rinnovabili utilizzata dai suoi impianti.

Andreas Tostmann, Membro del Consiglio di Amministrazione della marca Volkswagen per la Produzione e la Logistica, ha dichiarato: “Quest’anno, vogliamo aumentare in modo significativo, dal 70 al 90%, la quantità di energia verde acquistata dai nostri impianti“. Inoltre, la Volkswagen si sta concentrando sul gas naturale per la produzione di energia in proprio e sta convertendo le sue centrali elettriche a Wolfsburg dal carbone al gas.

La fornitura esterna di energia elettrica nei 16 stabilimenti della marca Volkswagen in tutto il mondo (Cina esclusa) proviene già al 70% da fonti rinnovabili. L’Azienda ha ora deciso di aumentare questa percentuale al 90% in un solo anno.

Inoltre, la Volkswagen sta sistematicamente convertendo al gas i suoi impianti interni di produzione di energia. A Wolfsburg, per esempio, entro il 2022 si passerà a centrali termoelettriche a ciclo combinato (CCGT) ad alta efficienza. Queste centrali sono gestite in modalità di cogenerazione: le emissioni di CO2 derivanti dalla generazione di elettricità e calore diminuiranno di conseguenza del 60% o circa 1,5 milioni di tonnellate all’anno. Ciò equivale alle emissioni di circa 870.000 auto. Con queste centrali elettriche, la Volkswagen offre un contributo a lungo termine alla stabilità della rete nazionale e del sistema elettrico in Germania.