Volvo Cars: quattro modelli della gamma testati dall’IIHS, a tutti è stato assegnato il Top Safety Pick+

1111271.jpg

Volvo Cars si è ancora una volta distinta nei test di valutazione annuali condotti dall’IIHS (Istituto di Assicurazione per la Sicurezza Stradale) ai fini dell’assegnazione del riconoscimento Top Safety Pick+. Quest’anno nell’elenco delle vetture candidate al massimo riconoscimento, il Top Safety Pick+, figurano ben quattro modelli Volvo: la S60, V60, S80 e XC60. Volvo Cars è risultato l’unico marchio europeo con più di due modelli inclusi nell’elenco. “L’impegno di Volvo Cars per una reale sicurezza e il nostro programma Vision 2020, che mira ad azzerare il numero di persone rimaste vittime o seriamente ferite a seguito di incidente che coinvolga un nuovo modello Volvo, sottolineano il nostro approccio verso un miglioramento continuo in questo ambito. Noi di Volvo Cars ci concentriamo sulla sicurezza in condizioni di traffico reali per cogliere le numerose e svariate cause e risultanze degli incidenti automobilistici. Naturalmente è una cosa estremamente positiva e incoraggiante ricevere questi premi e riconoscimenti per le nostre innovazioni nell’ambito della sicurezza dai principali istituti operanti in questo settore,” ha commentato Peter Mertens, Senior Vice President Ricerca & Sviluppo di Volvo Cars. I criteri per l’assegnazione del Tops Safety Pick+ sono diventati più rigorosi negli ultimi dodici mesi,  in particolare per quanto riguarda i requisiti relativi alla prevenzione degli impatti frontali. Per soddisfare i nuovi criteri, nei test dell’IIHS le automobili candidate al Top Safety Pick+ devono essere in grado di fermarsi o di rallentare autonomamente, senza intervento da parte del conducente, prima di urtare l’ostacolo a velocità di 12 miglia orarie, 25 miglia orarie, o entrambe. La tecnologia per la prevenzione dell’urto frontale proposta da Volvo Car – ovvero il dispositivo City Safety, incluso nella dotazione standard di tutte le nuove Volvo – contribuisce in modo efficace  a rilevare la presenza di un ostacolo e provvede a frenare automaticamente, senza l’intervento del conducente, per ridurre la gravità di un tamponamento o evitarlo del tutto. E’ stato dimostrato che la tecnologia del sistema City Safety di Volvo ha ridotto del 16% la frequenza di richieste di danni alle compagnie assicuratrici*.

Volvo Cars ha ricevuto numerosi riconoscimenti negli anni per il lavoro svolto con l’obiettivo di migliorare la sicurezza delle automobili e far progredire l’intero settore. Un esempio calzante di questo impegno è la cintura di sicurezza a tre punti, inventata da Volvo nel 1959 e ora utilizzata nel mondo da tutti i costruttori di auto. Quando inizieranno le vendite della nuova XC90, nel 2015, Volvo Cars offrirà nella dotazione standard la tecnologia di prevenzione degli incidenti più avanzata al mondo,” conclude Thomas Broberg, Senior Safety Advisor di Volvo Cars.