Un altro anno che passa…

1111257.jpg

Ci lasciamo un altro anno alle spalle. Il 2014 è trascorso in un lampo, tormentato da mille e più problemi: l’economia interna a pezzi, l’Europa che tenta di spazzarci via, i giovani e il lavoro che manca, la scuola che non funziona, le attività che chiudono, la corruzione che dilaga, la mancanza di fiducia degli italiani…

Restare ottimisti è difficile, tuttavia voglio sforzarmi di pensare che l’irrefrenabile escalation di fatti ed eventi negativi che ci stanno investendo rappresentino solo una delle facce della stessa medaglia. Quindi valuto anche l’altra, cercando di non perdere il contatto con la realtà.

Voglio credere che il 2014 sia stato anche l’anno delle opportunità, per i tanti che hanno sacrificato il loro tempo prezioso, magari gli affetti,  raggiungendo, con pervicacia, “obiettivi” di tutto rispetto e per coloro che hanno saputo cogliere nuovi stimoli, senza i quali il trascorrere del tempo diverrebbe arido e privo di significato.

Penso che per tanti il 2014 sia stato un anno di transizione, con decisioni importanti da prendere, nel proprio lavoro, per la propria salute, spesso nei delicati rapporti con i familiari. Oppure, come di sovente accade, essere stato l’anno dei tanti gesti incompiuti, puntualmente rimandati a quello successivo.

In qualunque modo siano andate le cose vi esterno la mia gioia più grande: quella di essere ancora qui, a parlarne.

Questo è il mio augurio, quello di “esserci”, senza sprecare neanche un minuto di questo tempo che noi chiamiamo “vita” e che come un fiume scorre inesorabile, senza risalire mai alla sorgente…

Auguri di Buon Natale