La Sicurezza stradale su La7 con: “Chi guida meglio?”

FOTO-ARTICOLO-MF-10-OTTOBRE-2015.jpg

Federica Torti, durante il backstage del programma "Chi guida meglio?"

Sicurezza stradale. A parlarne, col suo nuovo programma televisivo, da questo mese in onda su La7, Federica Torti, giornalista riconosciuta per la sua poliedricità. Un’intervista concessa tra una foto del backstage e l’altra, al fine di invogliare anche i più giovani a considerare quest’importante aspetto della “vita su quattro ruote”, in chiave smart.

Assicurazioni auto, un business che spesso ha incontrato le lotte dei consumatori sul caro-prezzi, eppure ComparaMeglio.it riscuote ancora un notevole successo. A cosa crede sia dovuto?

Credo il suo successo sia dovuto al fatto che è il miglior sito in cui vengono messe a confronto tutte le agenzie assicurative; esso permette al consumatore di scegliere quella per lui più conveniente in termini economici e di servizi erogati.

Con ACI e Suzuki, tale portale lancia il programma “CHI GUIDA MEGLIO?”, che va in onda su La7 il sabato alle 14.30. Tale programma contempla un aspetto della sicurezza stradale o si basa solo sulle performance? Com’è strutturato?

Sarà una trasmissione innovativa che mescolerà sapientemente la guida sicura al game show, dove i partecipanti si sfideranno al limite delle loro possibilità cercando però di rispettare il codice della strada. A volte ci riusciranno, altre no. Essendo una trasmissione didattica oltre a far divertire insegnerà, così come avviene nelle migliori scuole: ecco perché ci saranno dei tutor o insegnanti a dare i voti. I partecipanti si sfideranno in prove, dove cimenteranno la propria guida facendo fronte ad alcune situazioni di emergenza, a volte con esiti esilaranti (basti pensare ad un cambio gomme in 60 secondi).

Crede che programmi del genere possano affascinare il pubblico dei motori? Data la fascia oraria, come pensa di entusiasmare il pubblico giovanile?

Non solo il pubblico degli amanti delle quattroruote ma sicuramente affascineremo un bacino di utenza molto più ampio e vario grazie alla formula del game show. I giovani rappresentano un pubblico difficile ed esigente ma credo che il connubio delle prove e delle personalità di noi giudici catturerà la loro attenzione a tal punto da far diventare la trasmissione un appuntamento costante ed imperdibile.

Lei ha iniziato la Sua brillante carriera nel 1997, col TG Rosa, se non erro. Cosa l’ha portata a un tutorial game? Cos’è cambiato in questi anni?

Il mettersi in gioco con dei concorrenti e vivere assieme a loro le loro vittorie o sconfitte è una bella sensazione. Veder affrontare le loro paure, dando loro le armi per poterne uscire vincitori, rende questo gioco anche istruttivo. Ho iniziato con la tivù-varietà e potermi evolvere in una versione 2.0 della didattica in chiave ludica è una grande soddisfazione. Spero che quando un giorno avrò figli riuscirò a spiegar loro il codice della strada ed i principi di una guida sicura in questa chiave.

Motor&Fashion è da sempre impegnata sul tema della sicurezza e del rispetto del codice della strada. Dato l’elevato numero di incidenti e morti sulle autostrade, con le stragi del sabato sera, che messaggio vuole dare con tale trasmissione?

L’obiettivo è la promozione di un comportamento responsabile e la diffusione della consapevolezza che i rischi non si trovano solo nelle situazioni difficili o estreme, ma si presentano quotidianamente, su ogni strada.

Infine, per quanto riguarda lo scandalo Volkswagen e del relativo gruppo, qual è il Suo pensiero? Crede che un programma televisivo sulla guida possa invogliare ad un uso più sostenibile dell’auto?

Purtroppo essendo una delle aziende leader nel settore automobilistico europeo tutta la Comunità Europea, e di conseguenza anche l’Italia, risentirà delle conseguenze economiche. Spero e mi auguro che nei prossimi 5 o 10 anni il parco auto circolante vada sempre più nella direzione dell’ibrido ed elettrico, per salvaguardare la salute del nostro pianeta e di noi stessi.

Dalla sicurezza stradale alla sostenibilità ambientale, vari i temi toccati. Seguiremo Federica Torti nella sua trasmissione ma, come lei stessa dichiara :”La maniera più intelligente di tutelarci è sicuramente guidare con prudenza, rispettando il codice della strada e attenendosi ai criteri di una guida sicura”.

Un concetto apparentemente banale ma non privo di significati, da trasmettere a un pubblico sempre più attento ai nuovi modelli e paradigmi di comunicazione, per cui si impara divertendosi. Con l’augurio che lo schema del tutorial game sia quello adatto, vi invito a dire la vostra mediante un commento, dopo aver seguito questa ed altre puntate!


Lidia Ianuario
(Riproduzione riservata ©)