Salone di Ginevra 2015, IK-2 è la nuova concept car di Suzuki, prefigura la nuova berlina compatta

111150.jpg

All’85° edizione del Salone Internazionale di Ginevra, Suzuki Motor Corporation svela la sua nuova concept car iK-2, un progetto che anticipa il futuro delle berline compatte. Suzuki, dopo aver costruito un impareggiabile know-how nel segmento delle vetture compatte che parte dai modelli Suzulight (anni ‘50) e dalla prima versione di Alto (anni ‘70), fino ad arrivare ai modelli più recenti, con iK-2 svela in anteprima l’evoluzione dell’auto di segmento B. Il design incentrato sul tema Liquid Flow, esprime l’energia e la fluidità di un liquido in movimento,  definendo linee armoniose e dinamiche. iK-2 propone una piattaforma di nuova generazione, ed è equipaggiata con il nuovo motore benzina BOOSTERJET dotato di iniezione diretta e turbocompressore. Il modello di produzione introdurrà, in un segmento di mercato competitivo in cui Suzuki eccelle, una vettura compatta dotata di nuove tecnologie che si porrà come nuovo punto di riferimento. Il modello di produzione presenterà inoltre la nuova tecnologia di ibridazione (mild hybrid) SHVS (Smart Hybrid Vehicle Suzuki) che debutterà in Europa all’inizio del 2016.

Concept

iK-2 si ispira alla filosofia Harmonized Force, ovvero la ricercata armonizzazione, in un’unica auto, di diversi elementi quali: le misure contenute e l’ottimizzazione dello spazio, il piacere di guida grazie alle più evolute tecnologie, un design esterno fluido ed elegante caratterizzato da linee ampie e morbide. A queste caratteristiche, iK-2 aggiunge una guida dinamica e appagante grazie alla piattaforma di nuova generazione e al motore BOOSTERJET. Il concept Suzuki si propone come la vettura compatta ideale, capace di soddisfare esigenze tendenzialmente contrastanti per un’auto di questa categoria quali versatilità, prestazioni, comfort e maneggevolezza.

Caratteristiche del design 

Il tema Liquid Flow propone un design dinamico e fluido, che si ispira a un liquido in movimento, rappresentato da una silhouette bassa da terra e “spalle larghe”. Il concetto stilistico si ispira a tre parole chiave, quali: “armonia”, “eleganza” ed “onda di energia”. Il risultato è un insieme di linee sinuose e eleganti che esprimono forza, movimento e ricercatezza.

  • Linee distintive, che si sviluppano dalla zona anteriore a quella posteriore, creano un insieme accattivante.
  • Inserti cromati sulla griglia frontale e sui fari, che si fondono con le linee marcate dei fianchi, donano grande armonia stilistica.
  • Profilo sportivo ed elegante, con un abitacolo dal parabrezza slanciato,  integrato in un corpo vettura largo e basso da terra.
  • Mascherina anteriore dal profilo audace con un design evoluto e un paraurti contraddistinto da un’ampia griglia frontale e distintivi fari a LED.
  • Passaruota larghi e robusti, che ottimizzano il flusso dell’aria, che si integrano perfettamente con il design dei cerchi ruote.
  • Il raffinato studio fluidodinamico posteriore contribuisce all’ottenimento di un’eccellente penetrazione aerodinamica.
  • Colorazione Lightning Silver che enfatizza le linee curve che contraddistinguono il design, amplificando la forza e l’eleganza della vettura.

Le nuove tecnologie a salvaguardia dell’ambiente

La nuova piattaforma di Suzuki è progettata per fornire maggiore rigidità e ridurre il peso, attraverso la riprogettazione della struttura del sottoscocca e dell’intero veicolo, comprese le parti accessorie. Questa nuova configurazione migliora l’efficienza energetica del veicolo, la sicurezza, la maneggevolezza e la stabilità dell’auto, oltre che le prestazioni in ambito NVH (Noise Vibration Harshness) che definiscono il livello di comfort. L’ottimizzazione delle piattaforme porterà ad una maggiore possibilità di modulazione delle stesse e dei suoi componenti. Dalle quattro attuali strutture si passerà a tre. Questa soluzione consentirà uno sviluppo di modelli più efficienti, con la possibilità di assecondare le differenti richieste dei mercati.Il nuovo propulsore BOOSTERJET 1.0 è stato sviluppato per contenere i consumi di carburante e offrire un elevato piacere di guida. Tali obiettivi sono stati ottenuti grazie all’impiego di un propulsore turbocompresso con caratteristiche di coppia e potenza specifiche elevate, il tutto unito a una cilindrata contenuta. Oltre a elevate doti di efficienza e performance, l’impegno degli ingegneri si è focalizzato sul layout del propulsore e sull’utilizzo di diverse tecnologie rivolte al contenimento del peso, così da soddisfare i più rigorosi requisiti di dimensionamento e tara complessiva, richiesti dal segmento delle vetture compatte. Il motore BOOSTERJET è adottato dal modello iK-2.

Specifiche tecniche iK-2 

  • Lunghezza massima: 4,023 mm
  • Larghezza massima: 1,920 mm
  • Altezza massima: 1,450 mm
  • Interasse: 2,520 mm
  • Misura degli pneumatici: 225/45R18
  • Motore: 1.0L BOOSTERJET
  • Piattaforma di nuova generazione