Rally Dakar – 5° giorno – 4a tappa: la MINI ALL4 Racing è tra le migliori tre!

222216-1.png

Nove MINI ALL4 Racing si insediano tra le migliori venti #vetture, e cinque si piazzano tra le prime quindici. Terranova e Roma rispondono agli avversari e riconquistano posizioni. Monaco di Baviera. La quinta giornata (quarta tappa) della Dakar si conclude in crescendo, per i campioni in carica, Nasser Al-Attiyah (QAT) ed il navigatore Mathieu Baumel (FRA), che con la AXION X-raid Team MINI ALL4 racing n°300 hanno conquistato il quarto posto. Il risultato consente loro di assicurarsi la terza posizione in classifica generale, portandosi a tiro del leader, Sebastien Loeb. Dire che nella prima sessione in alta quota i due sono stati protagonisti di una prova veloce e costante è dire poco. Sempre tra i migliori cinque ad ogni controllo lungo i 429 chilometri di percorso della Prova Speciale, Al-Attiyah è adesso nella condizione di aggredire gli 11’09 di gap nella quinta tappa, che costituisce anche la seconda parte della prima Maratona.

“Ho spinto fin dai primi metri” ha raccontato Al-Attiyah. “Al CP1 eravamo veramente veloci, ma abbiamo perso poi un sacco di tempo in rettilineo per le gobbe del terreno. Stiamo andando forte, ma non si può mai dire cosa riserva il futuro… ed i giorni che mancano alla conclusione sono ancora tanti!” Mikko Hirvonen (FIN) ed il navigatore Michel Périn (FRA), al comando della MINI ALL4 Racing n°315, non sono riusciti a ripetere la performace delle giornate precedenti, concludendo la tappa in dodicesima posizione. Come conseguenza, sono scivolati in classifica generale al settimo posto, perdendo tre posti. Un piazzamento comunque di tutto rispetto, considerando che si tratta della prima partecipazione di Hirvonen alla durissima Dakar.

Hirvonen: “In un certo senso, una tappa noiosa, senza nulla di particolare. Duecento chilometri in sesta marcia, a tavoletta… non c’è stato di che divertirsi. In velocità, sopra le gibbosità del terreno, ho perso un po’ di tempo. Alla fine della prova c’era un rettilineo lungo 70 chilometri: mi auguro che il percorso, domani, sia maggiormente tecnico”.

La quarta tappa è stata la prima a non essere flagellata dal maltempo; coprendo finalmente l’intera distanza prevista, i concorrenti hanno avuto la possibilità di sgranchire gambe e ruote. Probabilmente, nessuno tanto quanto gli equipaggi del AXION X-raid Team composti dalla coppia argentina Orlando Terranova / Bernardo ‘Ronnie’ Graue (n°310) ed il duo spagnolo Joan ‘Nani’ Roma / Alex Haro (n°304). Confidando per intero sulla propria abilità e sfoderando una fantastica capacità di guida rallistica, Terranova e Roma hanno spinto le proprie MINI ALL4 Racing al limite. Rispetto a ieri, Terranova ha riconquistato altre otto posizioni, risalendo la classifica dal 23° al 15° posto. Roma gli ha fatto eco, con un balzo che lo ha portato dalla 30a alla 23a posizione.

La partenza non è filata proprio liscia: al terzo chilometro abbiamo commesso un errore e perso un minuto” ha rifeerito Terranova. “Successivamente, abbiamo perso qualche altro minuto perché sorpassare era un po’ un azzardo. Anche io mi sono trovato peggio, rispetto all’anno scorso: forse avevamo meno ossigeno, in questa zona, e ciò ha complicato le cose”.

Sei MINI ALL4 Racing private sono collocate in posizioni tra la 10a e la 20a. La prima di loro è quella dell’equipaggio olandese Erik van Loon e Wouter Rosegaar (Van Loon Racing n°306). Nei prossimi giorni, dovranno dare fondo all’intero bagaglio di esperienza – peraltro notevole – che possiedono in materia di Dakar: sentono sul collo l’alito del plotone delle restanti MINI ALL4 Racing, lanciate alle loro calcagna.