Piloti e giornalisti sportivi aderiscono al challenge di “Guarda Avanti”, per un uso corretto del cellulare

111176.jpg

A dirlo tramite un post-it con il messaggio “#guardaavanti”, sono i piloti del Motomondiale che, in occasione dell’apertura della stagione con i primi test in Malesia, aderiscono al progetto di sensibilizzazione promosso da TIM e Ducati. L’iniziativa, annunciata in conferenza stampa lo scorso 12 settembre in occasione della tappa di Misano, ha conosciuto il suo atto fondante a dicembrein casa Ducati, durante una due giorni di laboratori creativi che ha coinvolto 20 teenagers di tutta Italia, il pilota Andrea Iannone e il Direttore Sportivo Paolo Ciabatti. In quella sede,i ragazzi hanno ideato un vero e proprio challenge (una sfida a “metterci la faccia”, ma anche un meccanismo a catena sul web)che ora punta a diffondersi in rete proprio per poter raggiungere il più ampio numero di personepossibile: non solo piloti, ma anchemotociclisti e automobilisti di oggi e di domani, visto che il problema della distrazione alla guida riguarda tutti, ed è la seconda causa di incidenti stradali in Italia. Come fare? Basta farsi un promemoria con la scritta #guardaavanti, attaccarselo in un posto ben visibile, scattarsi un selfie o girarsi un video e postarlo sui propri canali social, invitando altre tre persone a fare lo stesso. E’ importante capire quali sono i rischi che corriamo mentre siamo alla guida dei nostri mezzi a due e quattro ruote: un sms a 100km/h? È come se percorressimo 208 metri al buio. Comporre un numero di telefono? Oltre 300 metri al buio. Scattarsi un selfie? Quasi 10 secondi senza guardare la strada. Inutile dire quanto questi comportamenti possano compromettere la nostra sicurezza e quella degli altri. Per questo, a partire dal secondo quadrimestre, ilchallenge di Guarda Avanti, entrerà anche nelle scuole superiori di 11 province d’Italia, insieme a 100 laboratori sulla sicurezza stradalesulle due ruote, che affiancheranno tecnologie di ultima generazione ad esperienze fisiche e cognitive.Un modo per dire a tutti i ragazzi:alla guida, non dimenticate mai la sicurezza, chi Guarda Avanti pensa al proprio futuro e a quello degli altri. Allora diciamolo tutti insieme: quando guidi #guardaavanti!!