Osservatorio Reputation Manager: RC Auto e web, le assicurazioni online vincono su quelle tradizionali

11118.png

Dopo il Decreto Bersani e le liberalizzazioni che hanno coinvolto anche il mondo assicurativo, il web è diventato oggi lo strumento privilegiato nella scelta dell’assicurazione auto e un mezzo veloce per confrontare la qualità del servizio offerto e la convenienza delle offerte proposte dalle varie compagnie. Reputation Manager, primo istituto italiano nell’analisi e misurazione della reputazione on line di aziende e figure di rilievo pubblico, ha analizzato le conversazioni on line relative alle polizze RC auto. Predomina il sentiment positivo (46%), anche se la percentuale di negatività è piuttosto consistente (32%) mentre è neutro il restante 22%.  Il prezzo è l’argomento più discusso (35%) e che divide le opinioni, positive nel 18% dei casi e negative nel 14%. Sono molti gli utenti che lamentano il prezzo elevato delle assicurazioni, accusate di creare cartelli e accordi per elevare i prezzi. Un aspetto che invece viene percepito positivamente nell’ottica del risparmio, è l’introduzione della scatola nera, anche se per alcuni rappresenta un’invasione della privacy, così come la sospensione dell’obbligo di esporre il tagliando dal 2015, che fa sperare gli utenti in un abbassamento dei prezzi. Una delle discussioni più frequenti riguarda il trasferimento della classe di merito fra parenti. Sempre nell’ottica della convenienza, le assicurazioni on line vengono preferite a quelle tradizionali anche se nel complesso su questo tipo di scelta permangono dei dubbi, relativi soprattutto al livello di assistenza nelle situazioni più complesse, come nel caso di sinistri. Soprattutto sui forum, si rilevano diversi racconti di esperienze negative in tal senso.

I temi più discussi

Dopo il prezzo i temi più discussi sono Condizioni e Informativa (31%), Gestione Sinistri (14%), Accessibilità del Preventivo e Assistenza (10%). I consumatori sembrano più attenti rispetto a un tempo nell’esaminare le condizioni contrattuali e spesso, dietro un’offerta fin troppo vantaggiosa, scoprono clausole e condizioni limitanti che possono anche indurli a cambiare idea. Il moltiplicarsi in questi anni di siti web che consentono di richiedere in pochi minuti un preventivo confrontandolo con più offerte, ha incrementato la competitività e questo è un aspetto che sicuramente molti apprezzano.

I canali di comunicazione

I canali privilegiati scelti dai consumatori per confrontarsi sulle assicurazioni auto sono i forum, all’interno dei quali si concentra il 55% delle conversazioni sul tema. Nelle discussioni il 46% si esprime negativamente, soprattutto su prezzi (rincari annuali) e gestione dei sinistri (ritardi nei rimborsi, pagamenti per sinistri inesistenti). A seguire, gli altri canali in cui si concentrano i contenuti sono testate giornalistiche (20%), blog (14%) e portali tematici dedicati al mondo dell’auto o delle assicurazioni (11%). (Comunicato Stampa)