Motor Show 2016, grandi nomi del motorsport internazionale si sfideranno nell’Area 48

232410.jpg

Il Motor Show compie 40 anni con una edizione che, anche per quanto riguarda il settore gare, è destinata a rimanere negli annali come una delle più interessanti. Quando ancora sono in corso alcune importanti trattative, sono ancora molti i piloti a voler comunque essere in gara a Bologna, il plateau di vetture e piloti è già ricchissimo, con tutte le battaglie sportive che si preannunciano spettacolari ed incerte.

Nel settore rally è obbligatorio sottolineare che in tutte le categorie che si daranno battaglia nell’Area 48 – Motul Arena saranno presenti alcune delle vetture e dei piloti protagonisti durante la stagione. Al Memorial Bettega prenderanno ad esempio parte piloti del calibro di Thierry Neuville, al volante della sua Hyundai I 20 Wrc, quest’anno piazzatosi secondo assoluto nel Campionato del Mondo Rally, e Elfyn Evans. Ford Fiesta R5, vincitore del Campionato Britannico Rally 2016 e leader del Campionato del Mondo WRC 2. A lottare contro questi due campioni ci saranno comunque altri piloti di assoluto valore come Paolo Andeucci, nove volte Campione Italiano Rally che sarà alla guida di una Citroen Ds 3 Wrc , il giovanissimo Fabio Andolfi, al volante di una Hyundai I20 Wrc, e Alessandro Bettega, Ford Fiesta Wrc, pilota veloce e figlio dell’indimenticabile Attilio Bettega, campione e pilota ufficiale Lancia al quale è dedicata la competizione. Per quanto riguarda invece il Trofeo Italiano R5, competizione dedicata ai protagonisti del Campionato Italiano Rally tre i nomi da seguire, quelli di Paolo Andreucci, Peugeot 208 T16 R5, Umberto Scandola, Skoda Fabia R5, rispettivamente secondo e terzo nella serie tricolore 2016, e quello dell’ex Campione del Mondo Produzione Max Rendina, anche lui al volante di una Skoda Fabia R5. Per quanto riguarda il Trofeo Italiano Terra Yokohama sono in molti ad avere possibilità di aggiudicarsi l’ambito trofeo. Tra questi Biolghini, Peugeot 208 R5, Manfrinato, Mitsubishi R4, Battaglin, Mitsubishi R4, e Donetto, Ford Fiesta R5. Nel Trofeo Italiano R2, destinato ai talenti emergenti del rallismo tricolore, sono in molti a puntare al successo, tra questi ragazzi veloci come Bottarelli, Trevisani, Silvestri, ed i due recentemente selezionati dalla Federazione per il Supercorso Federale, Grani e Ciuffi. Tutti saranno in gara con le Peugeot 208 R2. Nel Trofeo Italiano Wrc infine occhi soprattutto puntati su Tobia Cavallini e la sua Ford Fiesta Wrc.

Grandi nomi del motorsport tricolore si sfideranno nell’Area 48 – Motul Arena da sabato 3 a mercoledì 7 dicembre regalando spettacolo. Decibel alle stelle per la parata di stelle del Campionato Italiano Gran Turismo GT3 e GTCup: Ferrari contro Porsche. subito in pista le vetture di Stoccarda con il “dobermann” Enrico Fulgenzi, vincitore della Porsche Carrera Cup nel 2013, che dovrà vedersela con uno dei protagonisti della Porsche Mobil 1 Supercup, Glauco Solieri oltre al giovane Simone Iaquinta, protagonista nell’ultima stagione. Domenica spazio alla sfida tra “cavallini rampanti”: quello di Maranello affidato a Fabio Mancini, Walter Margelli, Lucio Peruggini, Mirko Zanardini e Roberto Ragazzi, contro quello di Stoccarda con Sebastien Fortuna e Gianluca Carboni. Spettacolo assicurato anche con le piccole, ma potenti MINI John Cooper Works protagoniste del MINI Challenge. Al via tutti i protagonisti della serie monomarca con il campione in carica Ivan Tramontozzi che proverà a vincere anche a Bologna contro i suoi avversari di sempre: Filippo Maria Zanini, Tobia Zarpellon, Andrea Nember e Luca Gori. Lunedì di passione con le vetture del neonato Campionato Italiano Turismo: Alfa Romeo Giulietta, Citroen C3 Maxi, Seat Leon e Honda Civic saranno le star nell’Area 48 – Motul Arena con gli attori della neonata serie tricolore: Andrea Bacci, Massimo Arduini, Daniele Cappellari e Romy Dall’Antonia saranno in pista a sfidarsi per l’ambito trofeo del Motor Show. Così come i protagonisti della Seat Leon Cup, il monomarca di casa Seat che ha vissuto nel 2016 la sua seconda stagione con Nicola Baldan che ha trionfato davanti al campione 2015 Jonathan Giacon. Ci saranno tutti i protagonisti del Campionato Italiano Prototipi che, a Bologna, vedrà la presenza anche di alcuni driver provenienti dal Campionato Italiano Velocità Montagna. Pronto a lanciare la sfida il pluricampione Italiano Davide Uboldi sulla Ligier di Eurointernational. Sfida accolta da Sandro Bettini con la Norma, Diego Romanini ed Edo Varini con la Wolf e dalla “pattuglia” di Osella formata da Luca Ligato, Stefano Crespi, Rosario Iaquinta e Francesco Carini. Spazio anche al Trofeo Abarth Selenia che, con piloti provenienti da tutta Europa, saprà regalare grandi emozioni. I mattatori dello “Scorpione” ci sono tutti: dagli scandinavi Pajuranta e Appelqvist agli italiani Campani e Barberini. Non potevano mancare le “ruote scoperte” al Motor Show 2016. Andrea Fontana, campione 2016, Marco Zanasi campione 2015 saranno i due mattatori della F.2 Italian Trophy, la serie tricolore per le monoposto che vedrà in pista diverse Dallara di Formula 3 contrapposte alle Tatuus di Formula Abarth. Precisione e velocità per i piloti pronti a scatenare i cavalli delle proprie vetture. Sapore di gare a Stelle e Strisce con la Nascar Whelen Euro Series che arriva, per la seconda volta nella sua storia, al Motor Show di Bologna. Le vetture made in USA, Ford Mustang e Chevrolet SS, sapranno infiammare le tribune nell’Area 48 – Motul Arena con i campioni della serie Europea. Tanto fumo, odore di gomma e controsterzi per il King of Italy Drift Exhibition Match. I campioni del drifting si ritrovano nell’Area 48 – Motul Arena per dare spettacolo.

(Redazione/Press Motorshow)