MotoGP, a Valencia il dottor Rossi conquista la pole dopo quattro anni di digiuno

111179.jpg

Le ultime Q2 della stagione 2014 regalano spettacolo e scintille. Sotto la bandiera a scacchi, a tempo ormai scaduto, Valentino Rossi (Movistar Yamaha) ritrova la pole position che gli mancava dal GP di Francia del 2010. Domani il ‘Dottore’ ha la grande chance di partire davanti per confermare la sua posizione in classifica. Spodestato negli ultimi secondi dal pesarese, merita applausi a scena aperta Andrea Iannone (Pramac Racing). Il pilota di Vasto, reduce dall’infortunio dopo aver saltato il round di Sepang, si è trovato a un passo dalla sua prima pole della carriera, dopo una prima giornata disastrosa. Chiude la prima fila, agguantata sempre in extremis, l’alfiere della Repsol Honda, Dani Pedrosa. Giá vincitore in ben sei occasioni su questo tracciato, il 29enne di Sabadell è stato artefice di un crescendo durante l’arco di questa sessione. L’altro contendente per il titolo di vice-Campione, Jorge Lorenzo, proprio negli istanti finali è stato rilegato al 4º posto, per soli 50 millesimi. Visto lo stato di forma del suo compagno di squadra, il maiorchino domani sará chiamato agli straordinari se vorrá riuscire nell’impresa. Non avrebbe piú nulla da chiedere a questa stagione, il Campione del Mondo Marc Marquez, eppure il talento di Cervèra non molla un colpo ma, dopo aver concluso in testa tutte le sessioni di libere, nel turno delle Q2 scivola (senza conseguenze) per seconda volta ed è 5º. In sesta posizione si piazza Pol Espargaró (Monster Yamaha Tech3). Lo spagnolo ha stretto i denti e ha girato con un ritmo interessante: se saprá mantenerlo domani per tutta la durata della gara, potrá aver la meglio nella bagarre per il sesto posto iridato. Nella battaglia è coinvolto anche il suo compagno di squadra Bradley Smith. L’inglese, galvanizzato dal primo podio nella classe regina conquistato due gare or sono in quel di Phillip Island, è arrivato dietro il suo team-mate per soli 19 millesimi. La terza fila è completata dalle due Desmosedici ufficiali del Ducati Team. Davanti peró si è piazzato l’ormai partente Cal Crutchlow, che ha fatto registrare anche la velocitá di punta piú elevata della sessione: 332,4 Km/h. Il pilota britannico, destinato alla Honda, ha preceduto il forlivese Andrea Dovizioso, che con la sua GP14.2 ha accusato un ritardo di mezzo secondo dalla straordinaria pole del suo connazionale. La classe regina scenderá in pista domani alle 09:40 per il Warm-Up di rifinitura, prima di dare il via alle 14:00 al diciottesimo e ultimo round della stagione 2014. (da MotoGp.com)

MotoGP – GP di Valencia – Ordine di partenza e tempi

1 Valentino Rossi Movistar Yamaha MotoGP 1:30.843
2 Andrea Iannone Pramac Racing 1:30.975 0.132
3 Dani Pedrosa Repsol Honda Team 1:30.999 0.156
4 Jorge Lorenzo Movistar Yamaha MotoGP 1:31.049 0.206
5 Marc Marquez Repsol Honda Team 1:31.144 0.301
6 Pol Espargaro Monster Yamaha Tech 3 1:31.307 0.464
7 Bradley Smith Monster Yamaha Tech 3 1:31.324 0.481
8 Cal Crutchlow Ducati Team 1:31.359 0.516
9 Andrea Dovizioso Ducati Team 1:31.426 0.583
10 Stefan Bradl LCR Honda MotoGP 1:31.443 0.600
11 Aleix Espargaro NGM Forward Racing 1:31.486 0.643
12 Michele Pirro Ducati Team 1:32.617 1.774