MotoGP – Phillip Island, ancora una pole per Marc Marquez che chiude le qualifiche davanti a Vinales e Zarco

Marc-Marquez-Phillip-Island-2107.jpg

Ancora una pole position per Marc Marquez che svetta i tutte le condizioni, a ribadire una superiorità che anche qui non pare possa essere messa in discussione, Asfalto asciutto o bagnato non fa differenza, il talento di Cervera è sempre rapidissimo e reattivo nell’adattarsi alle situazioni ed in queste condizioni di meteo variabile anche questo fa la differenza. Dopo la pioggia del mattino che ha reso ininfluente la FP3  ai fini dell’ammissione in Q2, la pista è andata asciugandosi e la qualifica si è disputata con asfalto asciutto. Ad affiancare Marquez in prima fila troviamo due Yamaha, quella ufficiale di Maverick Vinales, che accusa un distacco di oltre tre decimi da Marquez, e la Tech3 satellite di Joann Zarco, che a pochi minuti dalla fine comandava la sessione.. Ad aprire la seconda fila col quarto tempo un ritrovato Andrea Iannone, che ha sfruttato insieme a Miller il traino di Marquez per fare il tempo al primo tentativo. L’abruzzese ricorre spesso a questo aiuto, attirandosi talvolta le rimostranze dello spagnolo, ma è indubbio che lui e la Suzuki siano in progresso. Quinto tempo per Jack Miller che come detto si è giovato della scia ma la sua prestazione è stata comunque notevolissima perché espressa con asfalto asciutto. Inoltre l’australiano è al rientro dopo la frattura della tibia riportata in allenamento venti giorni fa. A chiudere la seconda fila col sesto tempo è Pol Espargaro, che porta la Ktm a ridosso dei primi. Impressionanti i progressi della casa austriaca, che anche stavolta ha portato entrambe le moto in Q2. Soltanto settimo tempo e terza fila per valentino Rossi, che accusa ben otto decimi di distacco dalla vetta. ma dopo la giornata di ieri il risultato non è disprezzabile. Il pesarese ha superato lo scoglio della Q1 insieme a Bradley Smith e solo negli ultimi secondi ha perso la seconda fila. Altre due Yamaha sono però davanti, a confermare che si poteva fare di più.  Ad affiancare il 46 in terza linea saranno Aleix Espargaro, con l’Aprilia, ed il già citato Bradley Smith con la Ktm. Purtroppo giornataccia per Dovizioso, incorso in una brutta caduta in FP4 risoltasi per fortuna senza conseguenze ma che forse lo ha condizionato. Il forlivese ha staccato solo l’undicesimo tempo e partirà  quindi in quarta fila isieme a Crutchlow e Pedrosa, con l’inglese vittima dell’ennesima caduta nelle fasi finali della Q2.

MARQUEZ FAVORITO IN TUTTE LE CONDIZIONI, SI FA DIFFICILE PER DUCATI

E’ stata una giornata pesantissima per la Ducati, con anche Lorenzo caduto nelle FP3 del mattino e dolorante ad una caviglia, Gli esami hanno fortunatamente escluso fratture e lo spagnolo è regolarmente sceso in pista per i turni successivi ma già da ieri appare poco in palla ed indeciso nelle scelte, per lui sedicesimo tempo e partenza in quarta fila. Una linea più indietro partirà Danilo Petrucci, anche lui in grande difficoltà fin da ieri. Dovizioso come detto è incappato in una brusca perdita dell’anteriore in frenata nel corso delle FP4, è tornato in pista con la seconda moto ma forse il tempo perso ha pesato sulle successive qualifiche. Una partenza in quarta fila con Marquez in pole position e su una pista dove imolte traiettorie sono obbligate è un handicap  pesante, sicuramente Ducati deve sperare nella piggia, del resto prevista per la giornata di domani. Discorso opposto per la Yamaha, che con l’asciutto, almeno con Vinales e Zarco, appare migliorata, mentre sul bagnato delle FP3 del mattino tutti i problemi hanno trovato conferma.

MOTO3 E MOTO2

In Moto3  pole di Martin davanti a Rodrigo e Mir. Fenati quinto, Pagliani  settimo e Bastianini nono sono i migliori dei nostri. In Moto2  nuova fantastica pole position di Mattia Pasini, Morbidelli è qinto col diretti rivale Luthi che partirà in quarta fila col decimo tempo.

Alfonso Paduano
alfonso.paduano@gmail.com