MotoGP GP d’Italia: al Mugello Vinales centra la terza pole stagionale. Rossi e Dovizioso in prima fila

332.jpg

Si annuncia uno spettacolo di grande livello per il Gran Premio d’Italia al Mugello, sesta tappa del mondiale, con un’altissima presenza di pubblico ed un meteo che, incrociamo le dita, dovrebbe mantenersi buono anche per domenica. Le incertezze legate alla condizione fisica di Valentino Rossi, atteso al riscatto dopo la sfortunata prova di Le Mans,  ed incappato nel noto incidente con la moto da cross, sembrano rientrate. Dapprima il nulla osta dei medici alla visita di controllo e poi le prestazioni del tutto convincenti del 46, hanno rassicurato gli appassionati, accorsi in gran numero in circuito fin dal venerdì. Anche questa volta sembra che le gomme rivestiranno un’importanza fondamentale, ed a questo proposito ci sono alcune considerazioni da fare. Quello che risulta evidente è che nonostante si sia al secondo anno con Michelin come fornitore di pneumatici, ancora non ci sono riscontri chiari e stabili sulla resa di queste gomme al variare dei circuiti e delle condizioni di asfalto e temperature, con molta incertezza circa la scelta della mescola ottimale da utilizzare in gara. Anche qui, al Mugello, le tre opzioni disponibili offrono rendimenti simili e, per domani, qualcuno potrebbe addirittura azzardare la scelta della posteriore morbida. Ma questo argomento merita un approfondimento ulteriore, che ci proponiamo di affrontare prossimamente in questa rubrica. Tornando alle prove, in mattinata il turno delle FP3, cruciale per l’assegnazione dell’accesso diretto alla Q2 per i primi dieci, ha offerto uno spettacolo di altissimo livello, con la sorprendente prestazione di Rossi che nonostante i due turni disputati con relativa tranquillità al venerdì, ha sfoderato una prestazione rimarchevole, scendendo al limite del 46,5 e sfiorando la pole dell’anno scorso. Un tempo inavvicinabile per tutti che gli ha permesso di staccare di oltre tre decimi Marquez e le due Ducati di Lorenzo e Bautista. Tutte le Ducati, nelle varie versioni, hanno ben figurato in queste sessioni di prove libere. Al quinto posto Maverick Vinales, che precede il sorprendente Rabat, Pirro, Dovizioso, Pedrosa ed Aleix Espargaro a chiudere il gruppo dei piloti che accedono direttamente alla Q2. Sorprende un po’ l’esclusione del francese Zarco, leggermente in difficoltà nonostante la sua guida morbida e fluida sembri potersi esprimere al meglio sul tracciato toscano. Il campione del mondo Moto2 ha poi modo di rifarsi siglando il miglior tempo nelle Q1 e guadagnandosi ‘accesso alla Q2 insieme all’ottimo Petrucci . Nel turno decisivo per l’assegnazione della pole, il solo Lorenzo tenta l’opzione del triplo stint, tutti gli altri si orientano sulle due uscite. Dopo le fasi iniziali in cui le Ducati svettano, alla seconda e decisiva uscita è Maverick Vinales a chiudere con la pole, con il tempo di 1,46.575, unico a replicare il tempo di Rossi del mattino. Lo spagnolo precede lo stesso Rossi, staccato di poco più di due decimi, Dovizioso e l’eccellente Pirro che apre la seconda fila precedendo le Honda HRC di Pedrosa e Marquez. Lorenzo non riesce a fare meglio del settimo tempo e domani partirà in terza fila affiancato da Bautista e Petrucci. Danilo davvero sfortunato, era stato autore del secondo tempo ma il giro gli è stato annullato per aver oltrepassato i limiti del tracciato, davvero un grande peccato.la gara si annuncia comunque oltremodo serrata, con dieci piloti racchiusi in sette decimi. Decisivo sarà come detto il rendimento delle gomme e la scelta relativa. Al momento sembra che la maggioranza dei piloti sia orientata a scegliere la hard anteriore e la media posteriore, ma molto dipenderà dalle temperature che per domani potrebbero essere un po’ più basse. Concludiamo dando uno sguardo alle altre classi. In Moto 3, pole di Martin che precede McPhee e il leader del campionato Mir. Seguono i nostri Di Giannantonio e Bulega, quest’ultimo autore di una brutta caduta a metà sessione, ma fortunatamente illeso. Settimo Fenati. In Moto2 splendida pole position di Franco Morbidelli che proprio sul filo di lana precede Alex Marquez e il sempreverde Mattia Pasini.

MotoGP 2017 – Gran Premio d’Italia (Mugello) – Ordine di partenza e tempi

Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 25 Maverick Vinales Yamaha Movistar Yamaha Motogp 1:46.575
2 46 Valentino Rossi Yamaha Movistar Yamaha Motogp 1:46.814 0.239
3 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team 1:46.835 0.260
4 51 Michele Pirro Ducati Ducati Team 1:46.878 0.303
5 26 Dani Pedrosa Honda Repsol Honda Team 1:46.999 0.424
6 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 1:47.050 0.475
7 99 Jorge Lorenzo Ducati Ducati Team 1:47.152 0.577
8 19 Alvaro Bautista Ducati Pull&bear Aspar Team 1:47.167 0.592
9 9 Danilo Petrucci Ducati Octo Pramac Racing 1:47.266 0.691
10 53 Tito Rabat Honda Eg 0,0 Marc Vds 1:47.282 0.707
11 5 Johann Zarco Yamaha Monster Yamaha Tech 3 1:47.319 0.744
12 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 1:47.475 0.900

Alfonso Paduano