MotoGP, GP di Francia, Ducati Team in prima fila con Andrea Dovizioso che ottiene il secondo tempo

1111176.jpg
Buona prestazione in qualifica per Andrea Dovizioso a Le Mans. Il pilota forlivese del Ducati Team ha infatti ottenuto il secondo miglior tempo in qualifica, e quindi partirà dalla prima fila per il GP di Francia di domani. Nella terza sessione di prove libere del mattino Dovizioso aveva fatto segnare il quarto crono in condizioni di asfalto asciutto. Nel primo pomeriggio sul circuito francese ha poi iniziato a piovere e la FP4 si è svolta con asfalto bagnato, che però è andato asciugandosi verso la fine della sessione e quindi nelle Q2 tutti i piloti sono scesi in pista con pneumatici slick, e Dovizioso ha ottenuto il suo giro veloce utilizzando una copertura posteriore extra-soft.
Anche Andrea Iannone ha disputato una buona giornata, soprattutto considerando le condizioni della sua spalla sinistra, infortunata durante i test Ducati al Mugello martedì scorso. Grazie all’assistenza dei medici e dei fisioterapisti della Clinica Mobile, il pilota abruzzese è potuto scendere in pista anche oggi, girando con un buon ritmo. Dopo aver fatto segnare il secondo miglior tempo nelle FP3, Iannone nelle Q2 ha fatto una prima uscita con lo pneumatico extra-soft, ma ha poi preferito montare una gomma posteriore soft con cui ha fatto segnare il quinto miglior tempo che gli consentirà di partire domani dalla seconda fila. (Ducati Press)
Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – 1’32”749 (2°)
Non sono del tutto soddisfatto del mio giro in qualifica, perché dopo la pioggia non sono riuscito a preparami mentalmente e anche fisicamente ero piuttosto contratto. In ogni caso la prima fila va benissimo ed è molto importante perché in MotoGP è sempre fondamentale partire davanti. Probabilmente avrei potuto essere più vicino a Marquez e provare a giocarmi anche la pole, ma è venuto comunque fuori un bel tempo, ed è frutto del buon lavoro svolto assieme alla squadra durante tutto il week-end. Per la gara parto con un buon set-up e sono contento del mio passo, ma non è facile interpretare come sono messi i nostri avversari e quindi non so cosa aspettarmi da loro. Noi comunque siamo veloci, e domani vedremo poi chi andrà meglio sui 28 giri”.
Andrea Iannone (Ducati Team #29) – 1’33”001 (5°)
Sinceramente sono contento, perché non era così scontato che sarei riuscito ad essere così veloce in queste condizioni, visto che fisicamente non sono al 100%. La spalla infortunata nella caduta del Mugello lavora veramente poco e mi trovo ad usare molto di più il braccio destro: sono affaticato a causa di questa situazione e quindi non mi sarei mai aspettato di riuscire ad essere così veloce oggi. Ho ottenuto il miglior tempo con la gomma soft e forse avrei potuto fare ancora qualcosa di meglio. Dobbiamo rimanere concentrati per domani, perché a mio avviso abbiamo fatto un buon lavoro fino a qui e la mia squadra è riuscita comunque a migliorare il rendimento della Desmosedici GP15, senza che io potessi dare grandi indicazioni visti i miei problemi fisici. Voglio anche ringraziare di cuore i ragazzi della Clinica Mobile che mi stanno dando una grandissima mano a gestire il problema che ho alla spalla sinistra.”