Mondiale SBK, a Magny Cours primo match point per Johnatan Rea

Magny-Cours-Jonathan-Rea.jpg
Questo fine settimana il mondiale delle derivate di serie fa tappa in Francia, sul circuito di Magny Cours, per l’undicesima e terz’ultima prova del campionato. Con 150 punti ancora in palio e 120 di vantaggio, a Rea basta infatti guadagnare cinque punti in gara 1 sul secondo in classifica, il compagno di squadra Tom Sykes per laurearsi campione. Sykes è però reduce dall’infortunio rimediato nella caduta di Portimao, col successivo intervento chirurgico alla mano sinistra, e dovrà ottenere il nulla osta dei medici per scendere in pista domani. Tutto lascia credere che Sykes correrà ma è anche ipotizzabile che non sarà fisicamente al top della condizione. Strada in discesa dunque per Rea ma di fatto è solo la matematica a tenere in gioco i suoi avversari. Chaz Davies è teoricamente ancora in gioco ma ha ormai nel mirino solo il secondo posto in classifica generale, con una quindicina di punti da recuperare su Sykes.
REA, TERZO MONDIALE IN VISTA
Il nordirlandese si conferma autentico rullo compressore della categoria e si appresta a laurearsi campione per il terzo anno consecutivo. Un vero e proprio dominio quello di Rea, che una volta approdato alla Kawasaki ha avuto modo di esprimere in pieno tutto il proprio talento, già emerso alla guida della Honda CBR. Rea è un pilota ormai ambito anche in Motogp,ed hanno trovato conferma le voci di contatti tra il pilota ed almeno due squadre del mondiale prototipi, precisamente Aprilia e Suzuki. Johnny ha dichiarato di avere un contratto in essere con Kawasaki fino a tutto il 2018 e di avere tutte le intenzioni di rispettarlo. A meno di clamorosi colpi di scena, dunque, un eventuale passaggio in MotoGP è rimandato al 2019. Di sicuro una tale operazione avrebbe tutto il gradimento da parte di Dorna, per un paio di ragioni. Da una parte, un sicuro motivo di interesse in più per la MotoGP, e dall’altro togliere dalla scena della Sbk quello che è un autentico dominatore ed ottenere così un maggiore equilibrio dei valori in campo.
MERCATO PILOTI
Honda schiera a Magny Cours una coppia inedita. Dopo la parentesi di Takahashi a Portimao sarà di nuovo Davide Giugliano a schierarsi in pista in Francia. Al suo fianco l’americano Jake Gagne che salirà per la seconda volta sulla Cbr dopo la gara casalinga di laguna Seca, in sostituzione di Stefan Bradl, in convalescenza dopo l’infortunio al polso rimediato a Portimao. Sempre dalla Honda potrebbero arrivare le novità più eclatanti sul fronte del mercato piloti, con Loris Baz di ritorno dalla Motogp. Il francese che pure ha fatto vedere cose discrete è stato messo a piedi dal Team Ducati Avintia, in crisi finanziaria, ed è intenzionato a fare ritorno nel mondiale delle derivate di serie. I contatti sono in corso e l’operazione sembra destinata ad andare in porto. Da definire poi la conferma di Stefan Bradl che pare di nuovo in forse. Da segnalare infine che dopo la variazione di Portimao, le gare tornano all’orario consueto, con il via della Sbk alle 13 in entrambe le giornate.
Alfonso Paduano