Viaggare in auto: l’importanza della prima colazione

La-colazione.jpg

Iniziare la giornata con una salutare colazione è fondamentale. Ritenuto il pasto più importante, la colazione fornisce tutte le energie necessarie per mettersi in moto ed affrontare la lunga giornata, soprattutto quando le esigenze di lavoro costringono a lunghi spostamenti in auto. Fare una buona colazione consente all’organismo di ricevere la corretta quantità di carboidrati, aiutando a non arrivare a pranzo affamati e con il desiderio di ingurgitare di tutto e per di più velocemente. Se l’esigenza è quella di mettersi in viaggio in auto, la colazione diventa un’esigenza fondamentale per il nostro organismo e per la nostra sicurezza, perché aiuterà a scongiurare fenomeni di deconcentrazione determinata da stanchezza o debolezza, allontanando il desiderio di soste in autogrill, spesso motivo di lunghe perdite di tempo. Dunque cosa mangiare a colazione prima di salire in auto? Il consiglio è quello di fare una colazione che contribuisca a fornire molte energie, ma senza appesantire troppo e  ‘pesare’ sulla digestione. Quindi biscotti secchi, fette biscottate o pane tostato con miele marmellata sono l’ideale, mentre sono sconsigliati i dolci o le brioche troppo farcite perché, rallentando il processo digestivo, favorirebbero l’insorgere della sonnolenza a scapito del processo di vigilanza. Il consiglio è quello di orientarsi verso un tipo di colazione dolce, affiancando sempre almeno una porzione di frutta fresca, perché in essa sono contenuti sali minerali e acqua, necessari al nostro organismo. E guai a dimenticarsi mai dei bambini, ai quali è consigliabile far assumere un frutto e delle fette biscottate, o pane tostato, con un velo, solo un velo, di cioccolato. E le quantità? Normalmente le calorie andrebbero distribuite per il 20% a colazione, per il 5% a metà mattina, per il 40% a pranzo, il 5% a metà pomeriggio ed infine per il 30% la sera.

(Redazione)