La spia più famosa del mondo e la regina delle auto, un legame che resiste da 50 anni

555552.jpg

Sono insieme da cinquant’anni e si amano come il primo giorno. Possibile, direte? Di questi tempi?

Ebbene sì, hqdefaultma in questo caso non parliamo di una coppia in carne e ossa,  sono poche quelle il cui legame dura così tanto, ma di un connubio professionale che si protrae da mezzo secolo sugli schermi cinematografici e che lega, a doppio filo, in maniera indissolubile, la figura di James Bond a quella della casa automobilistica britannica Aston Martin. Dal primo film “Goldfinger” , diretto dal regista Guy Hamilton ed interpretato da Sean Connery nel 1964, all’ultimo “Spectre” – il 24esimo della saga – interpretato da Daniel Craig , nel quale la “protagonista” che accompagna la spia più famosa del mondo è una stupenda DB 10. Questa meravigliosa scultura è stata costruita in soli 10 esemplari, tutti destinati alla produzione del film. Andy Palmer – CEO di Aston Martin – ha definito la DB10 “La più esclusiva Aston Martin mai costruita e il miglior prodotto automobilistico realizzato recentemente” e, per la verità, lo scorso anno si mostrò james-bond-takes-new-aston-martin-db10-for-a-ride-4preoccupato del “trattamento” che James avrebbe potuto riservare loro, visti i rischi in cui incorrono le auto di questa serie cinematografica. Fatte a mano nella sede principale di Gaydon, le DB 10 utilizzano propulsori forniti da Mercedes mentre nel 2016, dalla collaborazione con AMG, la casa inglese potrà usufruire di nuove e moderne motorizzazioni V8 turbo da 4 litri. Lunga vita allora a questa incredibile e longeva storia d’amore…