Formula 1 – Renault – Bilancio del Gran Premio d’Italia

111176.jpg

Daniel Ricciardo, pilota Infiniti Red Bull Racing, ha realizzato oggi una bella performance terminando il Gran Premio d’Italia in quinta posizione. L’australiano ha superato quattro concorrenti in soli dieci giri aggiudicandosi il quinto posto e consolidando il suo terzo posto nel campionato Piloti. Il suo compagno di squadra Sebastian Vettel ha terminato la gara appena dietro, sesto, dopo essere stato in  quarta posizione per gran parte della gara. Scuderia Toro Rosso ha conquistato l’11° e il 13° posto, Daniil Kvyat davanti a Jean-Eric Vergne, mentre Pastor Maldonado e Romain Grosjean hanno finito la gara rispettivamente al 14° e al 16° posto. Aggiungendo gli arrivi di Kamui Kobayashi (17°) e di Marcus Ericsson (20°), Renault ha portato tutte e otto le sue monoposto fino alla bandiera a scacchi, e questo nel circuito più impegnativo della stagione per i motopropulsori.

Fatti significativi della gara:

• Daniel Ricciardo ha perso due posizioni alla partenza, ma una sosta ai box tardiva gli ha permesso di godere di una pista libera durante la seconda metà della gara. Al 34° passaggio, l’australiano ha superato Raikkonen guadagnando il nono posto prima di lanciarsi all’inseguimento di Button, che era ottavo. Tra il 40° e il 47° giro, Daniel ha effettuato diversi superbi sorpassi – su Button, Perez e Magnussen – prima di annullare il gap con Sebastian. A cinque giri dalla fine, Ricciardo ha conquistato il quinto posto.

• Sebastian Vettel ha fatto una bella gara per portarsi al quinto posto. Primo pilota a sostare ai box, il tedesco ha approfittato del valzer dei pit stop per guadagnare una posizione a scapito di Magnussen. Vettel ha poi mantenuto il quarto posto fino agli ultimi giri del Gran Premio prima di cedere agli attacchi di Bottas e del suo compagno di squadra Ricciardo.

• Nella sua gara di casa, la Scuderia Toro Rosso ha visto entrambe le vetture al traguardo. Partito 21° a causa della penalità sul motore, Daniil Kvyat ha terminato la gara in 11ª posizione. Jean-Eric Vergne, dal canto suo, è finito a soli quattro decimi dal 12° posto.

• Per la F1 Team Lotus Pastor Maldonado e Romain Grosjean hanno entrambi guadagnato posizioni durante il Gran Premio. Il venezuelano ha conquistato il 14° posto, due in più rispetto alla sua posizione nelle qualifiche, mentre il francese è finito 16°.

• Il team Caterham F1 Team ha anch’esso registrato un doppio arrivo. Kamui Kobayashi ha avuto la meglio su Jules Bianchi finendo 17°, e Marcus Ericsson ha tagliato il traguardo in 20ª posizione.

 Rémi Taffin, direttore delle attività in pista di Renault Sport F1:

Le nostre otto monoposto sono tutte arrivate al traguardo; questo era una delle nostre esigenze minime per questo Gran Premio. Naturalmente, non abbiamo per ambizione di avere come miglior piazzamento il quinto e sesto posto. Tuttavia, dato il nostro passo rispetto alle altre vetture, siamo al livello delle nostre previsioni per questa gara. Abbiamo accusato un deficit di prestazioni su un giro, ma abbiamo scoperto che la nostra velocità di punta si è rivelata sufficiente a superare. Daniel l’ha d’altronde dimostrato con la sua rimonta nella seconda parte della gara. Monza rimane un caso isolato e non incontreremo più circuiti ad alta velocità che richiedono bassa deportanza in questa stagione. Tuttavia, siamo sicuri che abbiamo fatto progressi reali nella gestione dell’energia e della velocità. Combinandoli e continuando su questo slancio, dovremmo tornare ai primi posti, o non lontano, in occasione dei prossimi Gran Premi.”