Ford e le tecnologie di assistenza alla guida: una realtà per i clienti europei

5555.jpeg

Anche se le auto a guida completamente autonoma rappresentano ancora una tecnologia in fase di sperimentazione, le tecnologie di assistenza alla guida sono già una realtà. E uno studio condotto da Ford rivela che un numero sempre maggiore di clienti europei sceglie di dotare la propria auto di sistemi di guida semi-autonoma in grado di frenare in caso di emergenza, regolare la velocità e la distanza di sicurezza o eseguire le manovre di parcheggio. Lo studio Car Buying Trends 2015 analizza le tendenze d’acquisto dei clienti Ford in 22 paesi europei, evidenziando sia gli elementi comuni che quelli peculiari e caratterizzanti delle diverse aree geografiche.

Ford e altri costruttori sono al lavoro sui veicoli a guida automatica, ma molti sistemi di guida semi-autonoma sono già disponibili oggi e sono sempre più apprezzati dai clienti, che possono contare su soluzioni che incrementano la sicurezza e il comfort”, ha dichiarato Roelant de Waard, Vice Presidente Marketing, Vendite e Assistenza, di Ford Europa. “Stiamo riscontrando un importante incremento della domanda di tutte quelle tecnologie che migliorano la qualità della vita a bordo e rendono sempre meno stressante il tempo passato in auto. Quando, per esempio, si ha la possibilità di lasciare eseguire all’auto la manovra di parcheggio, ci si abitua molto presto alla comodità”.

Lo studio Ford Car Buying Trends 2015 ha rivelato anche che la classifica dei colori più apprezzati continua a vedere in testa il bianco, seguito da nero, grigio e blu.

Tecnologie avanzate

Ford sta portando avanti la ricerca nel campo della guida autonoma e ha già mostrato il funzionamento di un prototipo basato sulla Fusion Hybrid (la gemella americana della Mondeo) in grado di muoversi autonomamente grazie a una mappa tridimensionale dell’ambiente circostante generata in tempo reale tramite avanzati scanner 3d. L’elenco delle tecnologie di guida semi-autonoma già disponibili sulla gamma Ford include:

· l’Active Park Assist, che aiuta il guidatore nella ricerca di uno spazio di parcheggio appropriato ed esegue semi-automaticamente il parcheggio, sia parallelo che perpendicolare, nel 2014 è stato scelto, sulle auto sulle quali questa tecnologia è disponibile, da 1 cliente europeo su 3 (34%), con una crescita del 28% sull’anno precedente. Il paese in cui è più gradito è la Svizzera (72%), mentre in Italia è stato scelto dal 24% dei clienti

· l’Adaptive Cruise Control, che permette di controllare la velocità di crociera e di mantenere la distanza di sicurezza dal veicolo che precede, è stato scelto, sulle auto equipaggiabili con questa tecnologia, da 1 cliente europeo su 2 (52%), in crescita rispetto al 48% dell’anno precedente, con punte in Turchia (86%), Finlandia (84%) e Svezia (80%), mentre in Italia è stato scelto dal 37% dei clienti

· l’Active City Stop, che a velocità cittadine frena automaticamente l’auto in caso di rischio di impatto imminente evitando incidenti o riducendone in ogni caso l’entità, è stato scelto da 1 cliente su 8 (13%), rivelandosi particolarmente apprezzato in Svezia (59%) e Norvegia (58%)

. il Lane Keeping Aid, che controlla la traiettoria dell’auto rispetto alla corsia di marcia e aiuta il guidatore a riportarla nella posizione corretta in caso di deviazioni involontarie da quella ottimale, è stato adottato dal 7% dei clienti europei, con punte in Svezia (51%), Norvegia (28%) e Svizzera (21%)

Un continente hi-tech, ma in bianco e nero

In Europa, il bianco continua a essere in testa alle preferenze (23%) seguito da nero (19%), grigio (16%) e blu (12%). Il blu è anche il colore che ha mostrato il maggiore incremento rispetto all’anno precedente (+63%). In Italia il bianco è saldamente al vertice (27%), seguito dal grigio metallizzato (20%) e dal nero (16%). Il sistema di connettività e comandi vocali Ford SYNC è stato introdotto in Europa nel 2012 ed è stato immediatamente recepito con grande entusiasmo dai clienti europei. Nel 2014 è stato scelto, tra prima (SYNC) e seconda generazione (SYNC 2), dal 78% dei clienti Ford, il 10% in più rispetto all’anno precedente. In Italia, oltre 9 clienti su 10 hanno scelto di equipaggiare la propria Ford con il SYNC, tra prima e seconda generazione. La maggior parte dei clienti europei, il 52%, ha optato per configurazioni di carrozzeria a 5 porte (in Italia il 77%), contro il 37% delle wagon (in Italia il 16%) e l’11% delle 3 porte (in Italia il 7%). Le wagon sono invece particolarmente apprezzate in Danimarca e Germania, dove rispettivamente l’84% e l’81% dei clienti Focus e Mondeo hanno scelto questa configurazione, mentre all’estremo opposto si trovano Grecia e Spagna, dove il 96% e l’87% dei clienti Focus e Mondeo hanno scelto la versione a 5 porte. In Italia, la carrozzeria più scelta è la 5 porte (77%). Tra le motorizzazioni, quelle a benzina sono state scelte dal 56% dei clienti europei, con punte in Russia (96%) e Olanda (87%). In Italia la tendenza è inversa, con il 58% delle preferenze per il diesel, ma il paese in cui si vendono in assoluto più auto Ford con motore diesel è l’Irlanda (70%). L’Italia si distingue anche per la diffusione delle propulsioni alternative (ibrido, elettrico e soprattutto GPL), scelte dal 16% dei clienti contro il 2% della media europea. L’Europa continua a preferire le trasmissioni manuali (83%), e in particolare in Grecia (97%), Irlanda (96%) e Italia (93%), mentre il 65% dei guidatori russi preferisce il cambio automatico.

Analizzando i trend, emerge chiaramente che alcuni elementi tendono a non cambiare nel tempo, mentre altre preferenze mutano e si evolvono”, ha aggiunto de Waard. “Studiamo e analizziamo le fluttuazioni dei gusti dei nostri clienti europei per fornire loro un’offerta di prodotti che sia sempre allineati alla domanda da ogni punto di vista”.