F1, Gran Premio di Spagna, Mercedes imprendibili, Ferrari ancora in difficoltà

raikkonen-gp-spagna-2014-gara.jpg1_.jpg

Il pilota della Mercedes, Lewis Hamilton, si aggiudica il Gran Premio di Spagna 2014 e balza in testa nella classifica mondiale. Il miglior tempo in prova gli ha consentito di partire in pole position, posizione che è riuscito a mantenere dal primo all’ultimo giro, rintuzzando gli attacchi del compagno di squadra Nico Rosberg, giunto secondo al termine della gara. Dunque, anche in questo Gran Premio le frecce d’argento si sono rivelate decisamente superiori alle rivali. Terzo posto per la Red Bull di Daniel Ricciardo, soddisfatto e consapevole che la terza piazza è quanto di meglio la sua vettura possa al momento sperare. Le Ferrari di Alonso e Raikkonen, che si sono inseguite fino alla fine, chiudono rispettivamente in sesta e settima posizione. Partenza lineare nel GP Spagna con Lewis Hamilton che schizza via e mantiene la testa del gruppo. Il compagno di squadra Rosberg tenta di guadagnare la prima posizione ma è costretto a lasciar andare il britannico. Buona partenza per la Williams di Bottas che si infila davanti a Ricciardo e guadagna la così la terza posizione. Kimi Raikkonen parte bene e mantiene la posizione davanti all’altro ferrarista. Da segnalare la perdita di posizioni, dall’ottava alla tredicesima, per la McLaren di Jenson Button dopo un contatto con la vettura del compagno di squadra Magnussen. Contatto anche per Maldonado ed Ericsson: il pilota della Lotus si prenderà 5 secondi di stop and go. Dopo i primi giri la top ten vede in testa le due Mercedes, non troppo distanti tra loro, seguite da Bottas, Ricciardo, Grosjean, Raikkonen, Alonso, Massa, Hulkenberg e Perez.  La Red Bull di Ricciardo si lancia subito all’attacco della Williams di Bottas ma l’australiano dopo i primi giri viene richiamato via radio per risparmiare le gomme. Dopo i primi dieci giri i duelli più interessanti sono nelle retrovie, con i big impegnati a risalire dalle proprie posizioni in zona punti. Al sedicesimo giro Grosjean è il primo a rientrare ai box subito seguito dalla Ferrari di Alonso. Il primo ritiro è quello della Toro Rosso di Vergne per un problema allo scarico dopo 31 giri. Seguirà poi a metà gara quello della Caterham di Kobayashi per un problema ai freni. Ai box cominciano e strategie per i vari pit stop. Ricciardo riesce a guadagnarsi la terza piazza per mantenerla poi fino a fine gara e chiudere sul podio. Alonso tenta il sorpasso su Kimi all’uscita dai box ma niente da fare. Lo spagnolo dovrà attendere fino alla fine per portarsi davanti al finlandese.

Nella corsa ai box Hamilton riesce a mantenere la leadership della gara, anche se la Mercedes di Rosberg non uscirà dagli specchietti per tutta la durata dei 66 giri.

Partito dalla quindicesima posizione a seguito della penalità subita per la sostituzione del cambio, Vettel è protagonista di una magistrale rimonta e di bellissimi sorpassi per tutto il corso della gara.
Nella seconda metà della gara anche le Ferrari lottano per avvicinarsi sempre di più alla zona podio ma la lotta sarà principalmente tra i due uomini in rosso per chiudere l’uno davanti all’altro.

A sette giri dalla fine, Hamilton e Rosberg doppiano anche l’ultima vettura, la Lotus di Grosjean e volano via. Dietro altri due duelli tengono gli spettatori con il cuore in gola: Vettel dietro a Bottas per la quarta piazza e le due Ferrari in lotta per la quinta posizione.
A 2 giri dalla fine Rosberg tenta il tutto e per tutto avvicinandosi sempre di più ad Hamilton, Alonso si lancia su Raikkonen per la sesta piazza riuscendo a strappare la posizione al compagno di squadra. Anche Sebastian Vettel riesce con un bellissimo sorpasso a portarsi in quarta posizione davanti alla Williams di Bottas e alle spalle del compagno di squadra Ricciardo, terzo.

Ultimo giro del GP Spagna per Lewis Hamilton che vola verso la sua ventiseiesima vittoria in carriera.
Dopo aver effettuato anche l’ultimo doppiaggio sulla Ferrari di Raikkonen, il britannico si lancia verso il traguardo.Rosberg non può fare altro che seguirlo accontentandosi di una seconda posizione. Chiude il podio Ricciardo, davanti all’altra Red Bull di Vettel, Bottas, Alonso, Raikonen, Grosjean, Perez e Hulkenberg a chiudere la top ten.

F1 GP Spagna – Risultati e ordine di arrivo

Pos. Naz. Pilota Team Distacco
1. GBR L.Hamilton Mercedes Mercedes 1:41:05.155
2. GER N.Rosberg Mercedes Mercedes +0.636
3. AUS D.Ricciardo Red Bull Renault +49.014
4. GER S.Vettel Red Bull Renault +76.702
5. FIN V.Bottas Williams Mercedes +79.293
6. SPA F.Alonso Ferrari Ferrari +87.743
7. FIN K.Raikkonen Ferrari Ferrari +1 giro
8. FRA R.Grosjean Lotus Renault +1 giro
9. MEX S.Perez Force India Mercedes +1 giro
10. GER N.Hulkenberg Force India Mercedes +1 giro
11. GBR J.Button McLaren Mercedes +1 giro
12. DEN K.Magnussen McLaren Mercedes +1 giro
13. BRA F.Massa Williams Mercedes +1 giro
14. RUS D.Kvyat Toro Rosso Renault +1 giro
15. VEN P.Maldonado Lotus Renault +1 giro
16. MEX E.Gutierrez Sauber Ferrari +1 giro
17. GER A.Sutil Sauber Ferrari +1 giro
18. FRA J. Bianchi Marussia Ferrari +2 Giri
19. GBR M.Chilton Marussia Ferrari +2 Giri
20. SWE M.Ericsson Caterham Renault +2 Giri
-. JAP K.Kobayashi Caterham Renault Ritirato
-. FRA J.Vergne Toro Rosso Renault Ritirato