Campionato Italiano Turismo, per puntare al vertice del TCS Adolfo Vaccari schiera due Civic Type-R

2222310.jpg

Se il Campionato Italiano Turismo 2016 avrà il raggruppamento TCS per vettura di stretta derivazione di serie fino a 2.0 litri turbo, allora un’auto da 310 CV, coppia massima di 400 Nm addirittura a 2.500 giri/min e una velocità massima dichiarata dalla Casa in 270 km/h raggiunti in fase di sviluppo, rientra senza dubbio tra le alternative che nessun preparatore può sottovalutare. È questo il caso della nuova Honda Civic Type R, la berlina sportiva presentata dalla Casa giapponese proprio come una “auto da corsa per la strada”. Una soluzione che alla Vaccari Motori, la factory romana attiva da quasi 50 anni nel mondo delle corse, in particolare Turismo, non si sono lasciati sfuggire.

La nostra azienda oggi cura l’assistenza ufficiale anche per la Honda e per questo ho seguito questo progetto fin dall’inizio – così spiega Adolfo Vaccari, direttore tecnico della Vaccari Motori L’ho studiato passo dopo passo e, da quando hanno dichiarato che volevano una macchina da corsa per la strada, mi hanno convinto subito. Un concetto assolutamente entusiasmante per chi come noi ha vissuto da sempre nelle corse“.

Una storia nel motorsport che la Vaccari Motori, con Renzo Vaccari, il papà di Adolfo, inizia a scrivere nel 1969 quando porta al debutto sportivo a Vallelunga una prima 500 da 38 CV poco dopo vittoriosa nella cronoscalata campana “Amalfi-Agerola”. Da quel momento arrivano i primi titoli, proprio nel Campionato Italiano Turismo ad inizio anni ’70 e si susseguono i successi frutto di una solidissima partnership tecnica con Fiat ed Abarth, tra 500, 127, 128, Ritmo e 131 Abarth e poi Lancia con la Delta HF Turbo sempre in pista ed ancora Fiat Tipo e Coupé Turbo nel Turismo degli anni ’90. Arrivano anche le esperienze con Ford, dalla Sierra Cosworth sul finire degli anni’80 ed il recente sviluppo della Focus RS Super Production protagonista nel Campionato Italiano Turismo Endurance nel 2011.Un unnamed (1)primo contatto con la Honda è grazie alla Integra impegnata con Simone Di Mario nelle gare club di durata nei primi anni 2000.

L’Integra ha rappresentato una delle vetture più competitive della classe fino a due litri, proprio come negli anni ’90 le Civic da 1.600 cc garantivano livelli prestazionali alla portata solo di vetture di classi maggiori. Credo che la nuova Civic Type R sia destinata a costituire il riferimento per tutte le concorrenti 2 litri Turbo. A Vallelunga abbiamo disputato un test dove abbiamo girato in 1’56.8. Parliamo di una vettura assolutamente stradale, sulla quale se si montassero solo le slick con un po’ di assetto si toglierebbero almeno cinque secondi. Se si pensa che la pole della Leon TCR quest’anno era sul passo di 1’43” netto, non ho dubbi che saremo sicuramente protagonisti nel TCS del Campionato Italiano Turismo. Soprattutto perché, con un regolamento tecnico come quello che la federazione sta per emanare, in questa categoria sarà necessario disporre di un prodotto con doti prestazionali importanti già nelle sue caratteristiche di serie. Sono davvero contento che Aci Sport, accanto al TCR, abbia adottato anche queste configurazione tecnica. È un’ottima soluzione per permettere ai preparatori di lavorare con serenità, sapendo di non doversi spingere verso costi che ormai non sono proponibili se davvero vogliamo aprire le porte dell’automobilismo al maggior numero di squadre e piloti. Con il TCS la vettura viene solo alleggerita telaisticamente, si possono cambiare i freni, ma il motore non può essere toccato e si può intervenire solo sulla centralina. È un passaggio indispensabile perché altrimenti, con le vetture moderne, non avresti neanche la possibilità di rimuovere l’aria condizionata. I costi in questo modo restano obiettivamente contenuti, soprattutto se il regolamento resterà stabile nel tempo permettendo di distendere i costi su di un periodo maggiore“.

Quale sarà allora il programma per il 2016 della Vaccari Motori?

Il nostro obiettivo è schierare due Civic Typer R, una delle quali per Simone Di Mario. Le vetture sono già nelle nostre officine e presto inizieremo a lavorare per farci trovare subito pronti per l’avvio della stagione“.

Il Campionato Italiano Turismo 2016 prenderà il via nel weekend del 17 aprile nell’autodromo di Vallelunga Piero Taruffi, per poi proseguire lungo una stagione che conterà un totale di sette tappe tutte su doppia gara da 25 minuti + 1 giro.

CAMPIONATO ITALIANO TURISMO 2016

17 aprile | Vallelunga
21 maggio | Monza
12 giugno | Misano
3 luglio | Magione
17 luglio | Mugello
25 settembre | Imola
9 ottobre | Adria