Campionato Italiano Turismo, Hankook è la monogomma scelta per la stagione 2016

222297.jpg

Già presente nel motorsport gommando in esclusiva il DTM ed il Campionato Europeo FIA di Formula 3, la Hankook è il nuovo fornitore unico del Campionato Italiano Turismo. Presente anche nella serie tedesca TCR, la Casa di Seoul, per voce del Direttore Motorsport Europe, Manfred Sandbichler, saluta con grande entusiasmo la partnership con la serie tricolore.

Siamo felici di esserci aggiudicati anche il nuovo Campionato Italiano Turismo fin dalla prima stagione – ha dichiarato attraverso una nota ufficiale – I campionati Turismo stanno vivendo un autentico boom e grazie alle serie TCR, stanno acquistando sempre più importanza in Europa e non solo. Siamo molto fieri di essere ora partner e fornitori di pneumatici di due serie TCR europee. Siamo sicuri che sarà una stagione entusiasmante“.

Al fine di contenere i costi di gestione, gli pneumatici rappresentano una dotazione normata dallo stesso regolamento sportivo del Campionato Italiano Turismo. Per l’effettuazione delle Prove Ufficiali di Qualificazione e delle Gare, ciascuna vettura potrà infatti utilizzare max 8 (otto) pneumatici slick, ad eccezione, in caso di pioggia, dell’uso di pneumatici scolpiti, che potranno essere usati senza limitazioni di numero. Ogni Concorrente selezionerà per ciascuna vettura la dotazione di pneumatici slick che presenterà agli Ufficiali di Gara, in un’apposita sessione di verifiche dedicata alla punzonatura pneumatici e potrà avere nel proprio spazio paddock e/o nel proprio box, durante l’evento, solamente gli pneumatici punzonati. È inoltre vietato qualunque trattamento chimico e/o meccanico dei pneumatici e la scultura ed il profilo d’origine non potranno essere né modificati né ritagliati. Gli Ufficiali di Gara potranno condurre verifiche o controlli a campione in ogni momento della Manifestazione ed in caso di riscontro di irregolarità potranno sanzionare il concorrente con l’esclusione dalla Manifestazione e/o dalla Classifica della gara e con il deferimento al Giudice Sportivo. (Redazione/ACI Sport)