Campionato Italiano Turismo Endurance: a Misano Gara 2 si chiude con la vittoria di Valentina Albanese che bissa il successo di Gara 1, secondo Gené

555572.jpg

Allo start della seconda gara di Misano, la Albanese riesce a portarsi subito in testa davanti a Genè, mentre Perucca Orfei taglia la prima variante per poi rientrare nel gruppo in testa alla Seconda Divisione. Il Cinquone di Milani è invece subito terzo, mentre Tresoldi risale al quarto posto dalla decima piazza in griglia. Nelle prime battute è la Citroen C3 a dare spettacolo con traversi in staccata per la ripartizione di frenata sbilanciata al retrotreno. Il pilota e giornalista vicentino è però abile a non cedere a Filippo Zanin ed a Palazzo che sono subito alle sue spalle. A scalare invece posizioni è Montalbano che al terzo passaggio risale quinto per poi lanciarsi all’inseguimento di Tresoldi che deve cedere due giri più tardi. Alle spalle della coppia Seat la gara si consolida con Milani primo di Prima Divisione davanti alle BMW di Montalbano, Tresoldi e Palazzo, mentre Perucca Orfei è primo di Seconda Divisione e settimo assoluto su Filippo Zanin, Luli Del Castello e la Honda Civic di Paravati, terzo di categoria. Massimo Zanin, terzo di Seconda Divisione, deve fermare la sua BMW per il cedimento del differenziale, ma un nuovo colpo di scena è alle soste obbligatorie dove Valli ha difficoltà a ripartire per problemi elettrici sulla BMW divisa con Montalbano. Arduini deve fermare la Citroen per un problema al sensore del collettore appena superate le soste che vanno a delineare un secondo stint con Albanese che riesce a riportarsi subito al comando su Genè, mentre il Cinquone di Ferraris deve subire il sorpasso di Meloni subentrato a Tresoldi sulla M3 della W&D. Un problema al radiatore dell’olio costringe invece ai box Roberto Del Castello, in quel momento sesto assoluto, mentre Valli prova a riprendere la marcia, ma senza successo. Nel finale il ritmo resta serrato, ma le posizioni non mutano con la bandiera a scacchi che saluta il nuovo successo delle Seat di Albanese e Gené davanti a Meloni, Ferraris, Palazzo e Zanin primo di Seconda Divisione. Alle spalle di Chini ed Argenti, settimo assoluti, Samuele Piccin, subentrato a Paravati, chiude secondo di Seconda Divisione davanti a Riccardo ed Alberto Fumagalli.