Auto: l’inverno costringe ad alzare la guardia

5555.jpg

L’inverno e il freddo hanno fatto la loro comparsa. Un campanello d’allarme per tutti gli automobilisti, spesso costretti pneumatici-invernali-700x404a viaggiare in condizioni stradali più complesse e quindi obbligati ad adattare il proprio stile di guida in funzione delle mutevoli condizioni atmosferiche. Temperature rigide, asfalto bagnato, visibilità ridotta e presenza di neve, sono solo alcune delle difficoltà che si è costretti ad affrontare appena gli effetti dell’inverno iniziano a manifestarsi. Insidie in grado di mettere a dura prova le capacità degli automobilisti, ai quali viene richiesta perizia, prontezza di riflessi, sensibilità e azioni sui comandi mai troppo brusche. Per favorire una mobilità in totale sicurezza ed essere preparati ai rischi che la circolazione in tali condizioni comporta, proponiamo un utile vademecum in cui sono riassunti gli accorgimenti e i controlli che ogni buon guidatore dovrebbe adottare prima di mettersi in viaggio:  

Batteria

Il freddo e le temperature rigide non vanno a braccetto con l’impianto elettrico. E’ sempre consigliabile, prima di mettersi in viaggio, controllare l’efficienza generale della batteria e procedere alla sostituzione o alla ricarica se necessario. Mai far mancare i cavi di emergenza nel vano bagagli e ricordarsi di avviare l’auto con i servizi elettrici (autoradio, sbrinatore, tergicristalli ecc) spenti.

Pneumatici Invernali

Il disegno specifico del battistrada e la particolare composizione della mescola  rendono consigliabile l’uso degli pneumatici invernali perché in grado di garantire un maggior “grip” ed adattarsi perfettamente alle condizioni climatiche più estreme (neve, fango, ghiaccio). Montate su tutte e quattro le ruote, in sostituzione delle catene, dove prescritto, queste coperture sono identificabili dalla sigla sul fianco M+S (MS, M&S, M-S, acronimo di “Mud and snow”). Le basse temperature fanno diminuire la pressione per cui è importante ricordarsi di effettuare controlli ad intervalli periodici e ravvicinati. L’obbligo di montare pneumatici invernali è previsto a partire dal prossimo 15 novembre e resterà in vigore fino al 15 Aprile. Chiunque venga fermato senza catene o gomme invernali su tratti che ne prescrivono l’obbligo, potrà incorrere in una sanzione che va da un minimo di 80 Euro fino ad un massimo di 318, quindi attenzione!

Nebbia

E’ un fenomeno molto insidioso per gli automobilisti perché determina una notevole diminuzione della visibilità. Si forma in pianura e in quei luoghi particolarmente umidi, a ridosso di fiumi, boschi e laghi. Se siete proprio costretti a mettervi in marcia in presenza di nebbia, sappiate che la prudenza dovrà essere massima. Così come sarà necessario mantenere un’andatura ridotta, proseguendo la marcia nella propria corsia di destra, tenendo sempre accese le luci anabbaglianti e i fendinebbia. Anche la distanza di sicurezza dovrà essere aumentata evitando soste, fermate e sorpassi. 

Pioggia

In caso di pioggia, anche battente è fondamentale, ai fini della visibilità, il buon funzionamento dei tergicristalli. Eventuali spazzole usurate andranno sostituite per consentire una corretta ed immediata espulsione dell’acqua dal vetro. Anche l’aerazione interna dovrà garantire una rapida eliminazione della condensa sui finestrini. Si consiglia inoltre di moderare l’andatura in quanto l’aderenza in tali circostanze è fortemente compromessa e questo motiva anche la necessità di aumentare la distanza di sicurezza almeno dell’80% rispetto ad un fondo asciutto. In caso di pioggia intensa è facile imbattersi nel fenomeno dell’”acqualaning”, cioè il galleggiamento del veicolo su tratti di strada completamente allagati. Inutile farsi prendere dal panico in questi casi, piuttosto, ricordarsi di evitare manovre brusche con lo sterzo, cercando di mantenere un’andatura costante fino al superamento del tratto.

Catene

Verificare sul manuale di uso e manutenzione se l’auto può montarle, in tal caso è importante tenerle con sé anche quando si utilizzano gli pneumatici invernali. Possono trarre d’impaccio da situazioni improvvise come le forti pendenze o la neve alta. In caso di utilizzo di catene ricordarsi che l’andatura dovrà essere moderata, nell’ordine dei 50 Km/h. 

Serrature

E’ tempo di gite in montagna, ma per gli appassionati delle vette innevate e delle lunghe sciate le precauzioni non sono mai troppe. Difatti, dopo aver lasciato la propria auto esposta un’intera notte al gelo, il mattino seguente, si potrebbe avere la spiacevole sorpresa di ritrovarsi con le portiere bloccate a causa del congelamento delle serrature. In questi casi è consigliabile avere sempre con sé lo spray deghiacciante e  ricordarsi, prima della sosta notturna, di provvedere alla loro lubrificazione con silicone o prodotti a base di grafite. Stessa sorte potrebbe accadere alle batterie del telecomando della chiusura centralizzata, quindi meglio averne sempre alcune di scorta.

Di seguito, alcuni consigli in pillole per evitare spiacevoli inconvenienti o essere pronti a risolverli con rapidità:

  • La sicurezza inizia da una buona visibilità della strada, quindi se il ghiaccio sul parabrezza ostruisce la vista provvedere alla sua rimozione con apposito spray o raschietto. In nessun caso è consigliato l’utilizzo di acqua calda che potrebbe addirittura causarne la rottura.
  • La vaschetta lavavetri dovrà essere sempre riempita di liquido anticongelante, per evitare il congelamento dell’acqua e rendere sempre possibile la pulizia del parabrezza.
  • Piccole crepe o incrinature del parabrezza dovranno essere riparate per evitare che il gelo ne causi la sua rottura definitiva.
  • Anche la semplice pioggia può causare problemi di visibilità. Un trattamento idrorepellente del vetro anteriore può favorire il deflusso dell’acqua, quindi facilitare la pulizia da sporco, insetti e ghiaccio.
  • La prudenza e il buon senso devono prevalere su ogni altro istinto alla guida, soprattutto in condizioni di circolazione a rischio. Ricordatevi che a 50 Km/h la vostra auto per arrestarsi completamente impiegherà 27 metri su asfalto asciutto, 30 metri su asfalto bagnato e 112 metri sul ghiaccio. Mentre, alla stessa velocità (50 Km/h), in 1 secondo, la vostra auto percorrerà 14 metri. Comprenderete che anche un attimo di distrazione potrà essere fatale!
  • Spostarsi in auto e dormire sonni tranquilli. Potrebbe essere utile richiedere, in occasione della sottoscrizione della polizza RCA, un’estensione che includa anche la copertura per l’ assistenza stradale. Così eventuali guasti, incidenti e il semplice soccorso stradale non saranno più una preoccupazione.
  • Ricordarsi di avere in auto i seguenti oggetti, sempre molto utili in caso di emergenza: cavi batteria per auto (cavo rosso su terminale positivo, cavo nero su terminale negativo), catene da neve, kit pronto soccorso con giubbino d’emergenza, cavo di traino, raschietto per il ghiaccio, una torcia, dei guanti, spray anticongelante, indumenti pesanti e/o coperte.
  • Terminata la stagione invernale, un accurato check up eliminerà dalla vettura residui di sporco e di sale (pericolosi per la corrosione).
  • Dulcis in fundo, ricordatevi che le cinture di sicurezza rappresentano uno dei più importanti sistemi di protezione presenti all’interno dell’autovettura. Quindi, indossatele sempre e accertatevi che vengano indossate da tutti i passeggeri, anche dietro!