Audi celebra la trazione quattro ad “Auto e Moto d’Epoca”

1111239.jpg

Quest’anno, la presenza del marchio Audi alla fiera Auto e Moto d’Epoca di Padova è dedicata alla celebrazione della trazione quattro e al suo ruolo innovativo svolto all’interno del mondo automotive. Esattamente 30 anni fa, infatti, Audi si classificò prima al Campionato del Mondo di rally ed era la prima volta che una Casa automobilistica vinceva sia il titolo Piloti, sia quello Costruttori con un modello a trazione integrale. E proprio la Audi Rally quattro R-54 (A2) del 1984, l’auto con cui lo svedese Stig Blomqvist si “laureò” campione del mondo, è esposta allo stand Audi dal 23 al 26 ottobre, in occasione della 222231esima edizione della famosa fiera. Come già gli scorsi anni, l’Audi Sport Club Italia (con il supporto di Audi Italia) rappresenta il Marchio dei quattro anelli a Padova. Oltre alla già citata Audi Rally quattro del 1984 con il suo motore turbo a cinque cilindri da 360 CV, sullo stand fanno bella mostra di sé due versioni stradali che appartengono al periodo iniziale della trazione quattro. Si tratta di una Audi quattro del 1980, definita “Ur-quattro”, che scrisse il primo capitolo di una storia costellata di successi, e una Audi Sport quattro a passo corto (1983), oggi ambiti oggetti da collezione. Sullo stand Audi, i visitatori della fiera potranno non solo ammirare le vetture che hanno segnato la storia di Audi, ma anche conoscere i leggendari piloti che portarono la Casa di Ingolstadt al successo nel 1984. Lo svedese Stig Blomqvist, vincitore del titolo, il due volte campione del mondo Walter Roehrl e il suo copilota Christian Geistdoerfer, ospiti di Audi Sport Club Italia, saranno presenti sullo stand Audi venerdì e sabato per firmare autografi.