ACI Sport, Italiano Velocità Montagna, il pilota orvietano, Michele Fattorini (Osella PA 2000 Honda) si impone alla 46^ Verzegnis – Sella Chianzutan

1111180.jpg

Michele Fattorini non ha trattenuto l’emozione quando ha visto il tempo sul display che gli ha assegnato la vittoria alla 46^ Verzegnis – Sella Chianzutan, terzo round del campionato Italiano Velocità Montagna. Il giovane orvietano ha svettato su un podio tutto Osella PA 2000 Honda, ha vinto gara 1 ed ha accumulato il vantaggio decisivo sul trentino Christian Merli che ha vinto gara 2 ma per soli 26 centesimi di secondo non ha colmato il gap dalla vetta. Per l’under portacolori della Speed Motor si tratta della prima affermazione in un prova di Campionato Italiano Velocità Montagna, arrivato a solo una settimana dalla prima affermazione assoluta ottenuta nella gara di casa valida per il TIVM. Ha rimontato Christian Merli al volante a Verzegnis della Osella PA 2000 ed ha recuperato solo in parte quei 72 centesimi di 2015-img-CIVM-Verzegnis_-_Sella_Chianzutan-notizie-start_domenica_(48)svantaggio accumulati in gara 1, ma una crisi del propulsore sul finale lo ha privato di ogni velleità di successo assoluto, seppur con la parziale soddisfazione del successo ini gara 2. Terzo sul podio un altro giovane, Domenico Scola anche lui sulla Osella PA 2000 Honda di gruppo E2/B. Il cosentino della Jonia Corse ha be difeso la leadership tricolore seppur in debito di familiarità con il tracciato rispetto alla concorrenza. Sotto al podio il primo straniero, lo svizzero Tiziano Riva primo anche tra le monoposto di E2/M cn la Reynard Cosworth di F.3000, seguito da un brillante Francesco Conticelli sulla Osella PA 2000 Honda, poi dall’arrembante svizzero Eric Berguerand su Lola Cosworth. Settima piazza e punti tricolori per le monoposto al toscano Franco Cinelli su ola Judd, che ha preceduto Vincenzo Conticelli senior con la versione PA 30 Zytek della Osella. Nono posto per il sardo Omar Magliona, l’alfiere CST Sport con la Osella PA 21 EVO, dopo una prima salita non al massimo per via di una scelta di set up non ottimale, si è definitivamente imposto in gara 2. Ma la sorpresa di gruppo è arrivata dal secondo posto del potentino Achille Lombardi, finalmente in buona sintonia con la Nuova Osella PA 21 EVO. Podi di categoria completato dal 21enne calabrese Luca Ligato che continua con profitto la crescita al volante della Osella PA 21 EVO della Titan Motorsport. Nono posto per il sardo Omar Magliona, l’alfiere CST Sport con la Osella PA 21 EVO, dopo una prima salita non al massimo per via di una scelta di set up non ottimale, si è definitivamente imposto in gara 2. Ma la sorpresa di gruppo è arrivata dal secondo posto del potentino Achille Lombardi, finalmente in buona sintonia con la Nuova Osella PA 21 EVO. Podi di categoria completato dal 21enne calabrese Luca Ligato che continua con profitto la crescita al volante della Osella PA 21 EVO della Titan Motorsport.