ACI Sport, Italiano GT, la grande soddisfazione di Nicola Benucci per una stagione memorabile

1111119.jpg

Ha concluso al quinto posto, terzo tra gli equipaggi, nella classe GT3 del Campionato Italiano Gran Turismo Nicola Benucci, lottando fino all’ultima gara per il titolo 2014 al volante della Ferrari 458 Italia dell’MP1 Corse. Una stagione indimenticabile per lui, in coppia con Alessandro Balzan in quasi tutti gli appuntamenti, che qui riassume. 

La partecipazione al GT Italiano con Balzan e con Ferrari è iniziata quasi per caso – racconta Benuccidurante un pranzo con Alessandro qualche settimana prima dell’inizio del campionato. Ero sorpreso di quanto lui credesse nelle mie potenzialità vista la mia scarsa esperienza e temevo di non essere all’altezza di questo campionato e della GT3. Infatti, il mio primo approccio a Misano è stato molto difficile da gestire perché mi sono trovato ad affrontare contemporaneamente una nuova macchina, un nuovo team e un livello agonistico decisamente alto. Anche le due gare seguenti di Monza e Mugello sono state abbastanza critiche perché non capivo quanto e se stessi migliorando, a causa di diversi problemi di setup e meccanici che avevamo.” 

Naturalmente diverse sono state le persone che hanno permesso il debutto di Nicola nella serie tricolore, ma una in particolare. “Vorrei fare il primo ringraziamento a Marco Polito che si è dimostrata una persona molto corretta e disponibile: ha assecondato le richieste di noi piloti e ha compiuto un grande cambiamento nella direzione tecnica del team assumendo Rocco Verduci. Il weekend del Paul Ricard, a metà campionato, è stato quindi il punto di svolta dell’intera stagione. Il team ha lavorato assiduamente sulla messa a punto dell’auto e siamo riusciti a raggiungere un grande e inatteso risultato in pochissimo tempo: abbiamo conquistato la vittoria in gara 2! Aver vinto la gara è stata una grandissima emozione e credo che mi sia servito molto per aumentare la fiducia in me stesso. In gara 2 a Vallelunga, poi, è arrivata la seconda vittoria che è stata ancora più bella perché per la prima volta sono stato competitivo fin dalla qualifica, grazie ad un feeling con la macchina che non avevo mai sentito prima.”

Ma tanti altri sono stati gli exploit di Benucci a partire dal podio di Imola. “Un’altra piacevole sorpresa – continua Benucciè arrivata in gara 1 a Imola dove siamo riusciti a conquistare il secondo posto nonostante la penalità per la vittoria precedente. E’ stato un peccato poi non poter esprimere il nostro potenziale durante il finale del campionato a Monza, a causa del contatto che ho subito in gara 2. E’ stato incredibile per me essere lì a giocarci il titolo fino all’ultima gara, terminando comunque in terza posizione assoluta grazie al podio di gara 1. Tutto questo non sarebbe mai potuto accadere senza un campione come Alessandro Balzan e un bravissimo tecnico come Rocco Verduci che mi hanno dato la possibilità di crescere e migliorare. Non credevo di riuscire a fare certe cose, invece con la fiducia e il supporto che ho ricevuto sono cambiato. Non come vorrei, ma la strada sembra quella giusta! MP1 Corse e Ferrari sono stati fantastici, grande professionalità ma anche tanto divertimento. Un grazie anche a Gabriele Lancieri con il quale ho condiviso la macchina per 2 weekend di gara con piazzamenti e punti importanti per il campionato.”

E per la prossima stagione? “Pensando al 2015 – conclude Benuccisarebbe fantastico partire da dove siamo arrivati quest’anno: poter crescere ancora con Alessandro Balzan, Rocco Verduci e il team MP1 per cercare di raggiungere nuovi obiettivi e risultati ancora migliori.”