24 Ore di Le Mans: l’Audi R 18 e-tron si aggiudica il 12° successo

1246.jpg

Lo squadrone Audi conquista per la quarta volta consecutiva la 24 Ore di Le Mans, con l’affidabile terzetto formato da Benoit Treluyer, Marcel Fassler e Andre Lotterer, portando alla vittoria l’Audi R18 e-tron e laureandosi campione della 90esima edizione della più famosa gara di durata al mondo. Un’edizione che sarà purtroppo ricordata anche per la tragica morte del pilota Alan Simonsen, avvenuta a pochi giri dall’inizio della gara, a seguito del tremendo schianto avvenuto mentre era alla guida della sua Aston Martin. Un successo netto che solo la Toyota di Sarrazin-Davidson-Buemi sembrava poter mettere in discussione fino alle prime ore di questa mattina quando l’equipaggio dell’Audi Sport ha dato l’allungo decisivo costringendo la TS030 al secondo posto. A chiudere il podio il terzo equipaggio Audi, quello di Gene, Di Grassi e Jarvis che ha strappato il terzo posto dopo una splendida rimonta sulla Toyota numero 7 di Lapierre-Nakajima-Wurz. In classe LM GTE , con il 16mo posto assoluto, è la Porsche 911 RSR del teal Manthey ad aggiudicarsi il primato di classe, mentre tra le GTE Am è la Porsche 911 GT3 dell’Imsa Performance Matmut ad arrivare davanti alla Ferrari 458 Italia della AF Corse, che piazza anche il secondo equipaggio a podio. La classe LMP2 ha visto, invece, trionfare la vittoria della Morgan Nissan della Oak Racing, che fa doppietta con il secondo equipaggio a un giro di ritardo. Ottimo risultato anche per il team di Patrick Dempsey ed Alex Del Piero che al debutto ha ottenuto un bel quarto posto con la Porsche 911 GTE guidata da Dempsey, Long e Foster.