WSBK, Rea vince Gara 2 ed è Campione del Mondo

sbkmagny10.jpg
Un Jonathan Rea infallibile e spietato sfrutta il primo match ball a disposizione per chiudere definitivamente la partita e conquistare il quinto titolo mondiale della Superbike. Il nordirlandese diceva di voler vincere a tutti i costi oggi, e ci è riuscito alla grande staccando nel finale le Yamaha di Van Der Mark e Lowes. Purtroppo fuori gara Razgatioglu e Bautista, a causa di una scivolata del turco che provocava anche la caduta dello spagnolo della Ducati. Per la casa di Borgo Panigale il quarto posto di Davies non mitiga certo la grande delusione, anche se le speranze di tenere viva la lotta per il titolo erano limitate ormai alla pura matematica.
REA, TITOLO STRAMERITATO
Cinque titoli iridati consecutivi rappresentano un’impresa mai riuscita a nessun pilota della categoria e consacrano Johnny Rea nell’Olimpo dei grandi del motociclismo. Un pilota giunto alla piena maturità che di fatto non mostra punti deboli e che è tuttora animato da una motivazione quasi feroce. Oltre alla velocità ed al talento forse proprio la grande determinazione è l’arma in più del nordirlandese, capace di stringere i denti e di non arrendersi dopo un inizio di stagione che avrebbe tagliato le gambe a chiunque. Come un autentico predatore, Rea ha sferrato il suo attacco al primo cenno di debolezza di un rivale che dopo un terzo di campionato appariva invincibile. E’ questo a nostro avviso il suo mondiale più bello, sicuramente il più difficile e meritato. L’armata Ducati è stata nuovamente sconfitta e deve rimandare i propositi di riconquista di quel titolo Superbike che ormai da troppi anni manca dalla bacheca di Borgo Panigale.
UN SUPER RAZGATIOGLU SI AGGIUDICA LA SUPERPOLE RACE
La vittoria di ieri in gara 1 sembra aver messo le ali al giovane turco del Team Puccetti che dopo aver chiuso col miglior tempo il warmup si imponeva anche nella Superpole Race battendo di nuovo Johnatan Rea dopo una rimonta a dir poco stupefacente. Razgatiogli scattava infatti dalla sesta fila col sedicesimo tempo ma già al termine del primo giro risaliva ottavo per passare quinto al secondo passaggio e portarsi alle spalle di Rea e Van Der Mark, in quel momento al comando della corsa al giro successivo. Razgatioglu passava al comando con decisione e Rea che ieri sera masticava amaro per la vittoria sfumata all’ultimo giro di Gara 1 doveva nuovamente rassegnarsi al secondo posto. Terzo gradino del podio per l”olandese Van Der Mark che precedeva Davies e Bautista. Sesta posizione per Alex Lowes davanti a Loris Baz e Tom Sykes, solo ottavo ed un pò sotto le aspettative così come Leon Haslam, nono. Michael Rinaldi chiudeva la top ten mentre Melandri e Delbianco finivano dodicesimo e diciannovesimo.REA
REA VINCE GARA 2 E TITOLO, RAZGATIOGLU E BAUTISTA FUORI GARA
Al via Rea e Van Der Mark bruciavano Razgatioglu che poco dopo incappava in un errore in frenata ritrovandosi quarto dietro a Bautista, finalmente autore di un ottimo avvio. Al secondo passaggio Razgatioglu passava lo spagnolo ma perdeva l’anteriore della sua Kawasaki e finiva a terra, coinvolgendo l’incolpevole pilota della Ducati. Con Bautista fuori gara Rea, in quel momento secondo alle spalle di Van Der Mark, aveva l’occasione di chiudere la partita iridata e forzava il passo, portandosi in test alla corsaa. A Rea e Van Der Mark si agganciava Alex Lowes, mentre più staccati seguivano Davies, Baz, Haslam, Sykes e Melandri. A cinque giri dal termine Rea forzava il ritmo ed allungava sulla coppia Yamaha andando a vincere, con Van Der Mark e Lowes a completare il podio. Davies chiudeva quarto davanti al Loris Baz ed a Marco Melandri, capace di aver ragione nel finale di Haslam e Sykes, finiti nell’ordine. Buon rientro di Leon Camier, nono ed ancora una volta primo pilota Honda al traguardo, seguito da Jordi Torres che chiudeva la top ten. Sedicesimo e diciassettesimo posto infine per Delbianco e Rinaldi.
CLASSIFICA GENERALE A DUE PROVE DAL TERMINE
JONATHAN REA 544 KAWASAKI (Campione del mondo)
ALVARO BAUTISTA 415 DUCATI
ALEX LOWES 279 YAMAHA
MICHAEL VAN DER MARK 274 YAMAHA
TOPRAK RAZGATLIOGLU 260 KAWASAKI
LEON HASLAM 239 KAWASAKI
Alfonso Paduano