WSBK, Rea si aggiudica la Superpole Race, Gara 2 annullata per maltempo

sbkimola6.jpg
Una domenica travagliata quella vissuta oggi a Imola, a causa della pioggia annunciata che ha in parte compromesso la giornata. Johnny Rea si è aggiudicato la Superpole Race disputata su un tracciato praticamente asciutto, rosicchiando altri 5 punti ad Alvaro Bautista giunto terzo alle spalle di Chaz Davies. Il campione del mondo avvicina quindi in classifica lo spagnolo riducendo lo svantaggio a 48 punti. Dal canto suo Bautista può essere relativamente soddisfatto per aver superato lo scoglio di Imola senza troppi danni dopo le tante difficoltà incontrate. La pioggia tornata infatti a cadere prima del via di Gara 2 ha costretto la Direzione Gara prima ad un lungo rinvio e poi a decidere per l’annullamento della corsa che vedeva di nuovo Rea nella veste di super favorito.,
REA CONCEDE IL BIS NELLA SUPERPOLE RACE, LE DUCATI A PODIO
La giornata si apriva con il warmup disputato con la pioggia e l’asfalto bagnato vedeva nuovamente il dominio assoluto di Rea con Bautista e Davies che incassavano un gap di circa tre secondi. La pioggia però cessava poco dopo tanto che la Superpole Race delle 11 si correva su un tracciato praticamente asciutto ed i piloti in gara con le gomme slick. Il via vedeva un entusiasmante testa a testa tra Davies e Rea, entrambi intenzionati a chiudere al comando il primo giro per imporre il ritmo. Il gallese della Ducati incappava però in un lungo alla Variante Bassa che spianava la strada al rivale. Bautista, secondo, manteneva per qualche giro il contatto con Rea perdendo solo un paio di decimi ad ogni passaggio, poi cedeva ed era superato nuovamente da Davies. Chaz confermava il proprio ritrovato potenziale ma non riusciva a ricucire lo strappo dal campione del mondo che andava a vincere con un paio di secondi di margine mentre Bautista chiudeva terzo a quasi sette secondi. Quarto e quinto posto per le Yamaha di Van Der Mark e Lowes che precedevano l’accoppiata Kawasaki composta da Haslam e Razgatioglu. Ottava posizione per uno sfortunatissimo Tom Sykes che dopo il ritiro di ieri era nuovamente vittima di un problema tecnico al via che lo costringeva a partire dalla pit lane. Torres e Reiterberger chiudevano la top ten mentre protagonista di una prova eccellente era l’inglese Bridewell, finito undicesimo con la Panigale V4R del Team Go Eleven dopo essere arrivato in circuito solo sabato mattina in sostituzione dell’infortunato Eugene Laverty. A proposito di Laverty, il pilota è già stato operato nella giornata di ieri a Barcellona dal dottor Mir per la riduzione delle fratture ai polsi. L’intervento è perfettamente riuscito ma per lo sfortunato pilota inglese si parla di tempi di recupero vicini ai due mesi.
TORNA LA PIOGGIA, GARA 2 ANNULLATA
La pioggia tornava a cadere copiosamente prima del via di Gara 2 e le caratteristiche del tracciato favorivano la persistenza di pozze d’acqua in numerosi punti con conseguenti rischi di aquaplaning. Dopo un primo rinvio della partenza, la Direzione Gara demandava ogni decisione ai piloti che alle 15 effettuavano un paio di giri di pista per verificarne le condizioni. I pareri erano quasi unanimi riguardo alla decisione di non correre, con in pratica il solo Rea intenzionato a schierarsi. Dopo qualche minuto di conciliabolo alla fine la decisione era presa, e Gara 2 veniva annullata, suscitando probabilmente qualche ulteriore malumore in casa Kawasaki. Bautista supera quindi lo scoglio di Imola limitando a 10 punti il bottino perso nei confronti dell’inseguitore Jonathan Rea, con gli altri piloti ormai tagliati fuori dalla lotta per il mondiale. Indubbiamente positiva per Ducati la ritrovata competitività di Davies, da verificare comunque nelle prossime gare.
CLASSIFICA GENERALE DOPO CINQUE PROVE
1 Alvaro Bautista 256 ducati
2 Jonathan Rea 208 kawasaki
3 Alex Lowes 135 yamaha
4 Michael Van der Mark 128 yamaha
5 Leon Haslam 104 kawasaki
6 Marco Melandri 79 yamaha
Alfonso Paduano