WSBK, BMW Motorrad Italia SBK Team, alcuni problemi fermano Sylvain Barrier

11118.jpg

Si sono disputate oggi al Losail International Circuit in Qatar le ultime due gare del campionato mondiale eni FIM Superbike, corse per la prima volte in notturna, sulla pista illuminata dai potenti riflettori dei quali dispone la pista araba. Nelle prove di venerdì e nelle Superpole di ieri, Sylvain Barrier, pilota del BMW Motorrad Italia SBK Team, è sempre stato ai vertici della categoria EVO. Purtroppo al termine della Superpole di ieri, Barrier è stato vittima di una caduta. Un brutto high side che lo ha costretto a recarsi al centro medico, dove per fortuna non gli sono state riscontrate fratture, ma solo molte contusioni. Il pilota francese ha quindi affrontato le due gare odierne in non perfette condizioni fisiche, partendo dalla quinta fila con il tredicesimo tempo. In gara uno la partenza di Barrier non è stata molto veloce e nei primi giri Sylvain transitava in diciassettesima posizione. In seguito riusciva a recuperare tre posizioni, ma una volta raggiunto il quattordicesimo posto, il pilota del BMW Motorrad Italia SBK team iniziava ad avvertire del dolore alla schiena ed alle costole e questo non gli permetteva di migliorare la sua posizione. Barrier tagliava quindi il traguardo al quattordicesimo posto, terzo dei piloti EVO. Gara due sfortunata per Sylvain che nel corso del terzo giro ha dovuto prima rallentare e successivamente fermarsi a causa di un problema tecnico che il team sta ancora valutando. Un peccato perché il giovane francese era decimo e primo dei piloti EVO. Barrier chiude il campionato EVO al quarto posto, a soli cinque punti dalla terza posizione. Un ottimo risultato se si considera che Sylvain ha dovuto rinunciare a ben sei round per infortunio.

Sylvain Barrier: “In gara uno ho sofferto per i postumi della caduta di ieri. Non sono riuscito a trovare un buon feeling con la moto, perché facevo fatica a guidarla come avrei voluto. In gara due ho dovuto ricorrere agli antidolorifici e per fortuna riuscivo a guidare bene. Purtroppo nel corso del terzo giro ho avuto un problema tecnico che mi ha costretto ad uscire di pista per non cadere. Ho provato a rientrare almeno per concludere la gara, ma il problema si è ripresentato e allora mi sono dovuto fermare. E’ stato un weekend reso difficile dalla mia caduta di ieri in Superpole. Sino a quel punto le cose erano andate bene. Ma queste sono le corse. Voglio ringraziare tutto il mio team che ha sempre fatto un grande lavoro e che mi ha sempre dato un aiuto importantissimo, specialmente nei momenti difficili“.

Gerardo Acocella Team Director: “In gara uno Sylvain era molto dolorante a causa  della caduta di ieri. Prima di gara due ha fatto ricorso ad antidolorifici ed ha potuto guidare molto meglio. Purtroppo è stato fermato da un inconveniente tecnico che stiamo valutando e che gli ha impedito di proseguire la sua gara. La caduta di ieri in Superpole ha cambiato le sorti di questo fine settimana, ma sono comunque contento di come ha lavorato la mia squadra”.

Losail International Circuit – Qatar  

Gara 1: 1) Guintoli (Aprilia) – 2) Baz (Kawasaki) – 3) Sykes (Kawasaki) – 4) Rea (Honda) – 5) Giugliano (Ducati) – 6) Elias (Aprilia) – 7) Davies (Ducati) ….14) Barrier (BMW).

Gara 2: 1) Guintoli (Aprilia) – 2) Rea (Honda) – 3) Sykes (Kawasaki) – 4) Melandri (Aprilia) – 5) Davies (Ducati) – 6) Elias (Aprilia) – 7) Baz (Kawasaki) … rit) Barrier (BMW).