Scuderia Ferrari, è trascorso mezzo secolo dalla mitica impresa di Surtees

1111254.jpg

Oggi, mezzo secolo fa, John Surtees e la Scuderia Ferrari scrivevano una delle pagine più belle della storia dello sport automobilistico, conquistando i due titoli iridati al termine di una straordinaria rimonta sui team di punta dell’epoca, la Lotus, iridata 1963 con Jim Clark, e la BRM, che due anni prima aveva conquistato entrambi i campionati grazie a Graham Hill.

Finale incredibile

Dopo un inizio di stagione molto difficile, Surtees e la Ferrari 158 recuperarono su Hill e Clark e così si arrivò all’ultima gara, il Gran Premio del Messico del 25 ottobre, con ancora tre piloti in lizza per la vittoria. Hill era il favorito per il titolo forte del vantaggio di cinque punti su Surtees e di nove su Clark, che, invece, per bissare il titolo avrebbe dovuto vincere il GP sperando nelle disgrazie altrui. In qualifica la pole andò a Clark che in gara scattò alla perfezione. Ben peggiori gli avvii degli altri due: ad Hill si ruppe l’elastico degli occhiali, mentre Surtees venne rallentato da problemi al motore che si risolsero durante la gara. Al termine del primo giro Clark era dunque in testa, con Hill decimo e Surtees tredicesimo. I due presto iniziarono una grande rimonta, ma quella di Hill si interruppe a causa di un contatto con l’altro ferrarista Lorenzo Bandini: la BRM si danneggiò e fu necessaria una sosta ai box per la riparazione. Clark, a quel punto, sembrava poter coronare la sua rimonta iridata quando, a sette giri dal termine, la Lotus iniziò a perdere olio. All’ultimo giro la vettura del campione del mondo esalò l’ultimo respiro, appiedandolo. A prendere il comando fu allora Dan Gurney, con la Brabham, seguito da Bandini e Surtees. Con Hill fuori dalla zona punti, però, all’inglese della Ferrari serviva il secondo posto per passare in testa alla classifica. Bandini, da perfetto uomo squadra, diede strada a Surtees che portò a casa entrambi i titoli. La replica. Una replica della scena di Città del Messico si sarebbe vista 43 anni dopo in Brasile, quando, con Lewis Hamilton e Fernando Alonso in difficoltà, Felipe Massa cedette il passo a Kimi Raikkonen che vinse gara e titolo del 2007. La scorsa estate, al Goodwood Festival of Speed, proprio Surtees e Raikkonen, in uno straordinario show, si sono inseguiti sulla salita della collina più famosa del motorsport britannico, rievocando al volante delle vetture guidate in quelle due mitiche stagioni i due grandiosi quanto inaspettati successi.