Saranno 114 le Ferrari al via della Mille Miglia 2017

2244.jpg

Sono 114 le Ferrari che dal 18 al 21 maggio calcheranno le leggendarie strade della Mille Miglia, una delle gare automobilistiche più difficili e belle al mondo. Sedici vetture di Maranello sono al via nella prova di regolarità che rievoca la storica maratona automobilistica italiana e ammette solamente le vetture omologate per la corsa fino al 1957. Ma tutti i clienti Ferrari possono far parte di questo grande evento grazie al Trbute to Mille Miglia, che permette di seguire il percorso di gara anche a bordo di Ferrari costruite dopo il 1957, annon in cui la Mille Miglia visse la sua ultima edizione agonistica. Ferrari Tribute da Desenzano. Le vetture in gara inizieranno a scendere dalla passerella di Viale Venezia a Brescia il 18 maggio alle 14.30 affrontando poi il tradizionale percorso fino a Roma e ritorno su alcune delle strade più belle d’Italia. La prima tappa porterà le auto attraverso Lombardia e Veneto con un passaggio panoramicamente unico in riva al Lago di Garda tra i comuni di Desenzano del Garda e di Sirmione. Proprio a Desenzano, alle 13.45, il Ferrari Tribute inizierà a precedere di pochi minuti le vetture storiche. Le auto partecipanti provengono da oltre 20 Paesi con modelli che coprono un arco temporale di 52 anni. La vettura più antica è infatti una 275 GTS del 1965, ma tra le partecipanti c’è anche una LaFerrari Aperta, la vettura iconica dei 70 Anni della Casa di Maranello. Prima tappa. Le vetture lasceranno le rive del Garda per fare rotta verso Monzambano e Valeggio sul Mincio, patria del “Nodo d’Amore”, un tortellino particolare che viene realizzato solo in questa romantica località sospesa tra la provincia di Mantova e quella di Verona. La tappa si concluderà con una passerella serale nella città di Padova in Prato della Valle, la piazza più grande d’Europa dopo la Piazza Rossa di Mosca. Passaggio al MEF. La seconda giornata vedrà il passaggio da Ferrara, che con il suo spettacolare Castello degli Estensi rappresenta la grande novità di questa edizione, per poi fare strada verso San Marino, Gubbio, Terni e arrivare a Roma all’imbrunire, poco dopo le ore 20. Dalla Capitale le vetture il giorno dopo inizieranno il percorso di ritorno verso Brescia. Per i partecipanti al Ferrari Tribute la terza giornata sarà la più emozionante. Dopo aver seguito l’itinerario di gara attraverso le ormai celebri località di Radicofani, Monteriggioni e Montecatini terme, le quasi cento Ferrari del Tribute passeranno dal Museo Casa Enzo Ferrari (MEF) di Modena per una passerella che vuole essere un abbraccio ad uno dei luoghi storici dell’azienda in un anno particolare come quello del settantesimo anniversario della fondazione del marchio. Passerella. L’ultima giornata vedrà la partenza di tutte le vetture dalla città di Parma per fare strada verso Brescia dove dopo 1600 chilometri, appunto mille miglia, la manifestazione si concluderà tra due ali di folla. Le vetture del Ferrari Tribute to 1000 Miglia precederanno ogni giorno quelle storiche di qualche minuto offrendo così uno spettacolo imperdibile per le decine di migliaia di appassionati che, come sempre accade, assieperanno le strade pronte ad ascoltare il suono di motori potenti e gloriosi e ad ammirare alcune delle vetture più rappresentative della storia dell’automobile.

(Redazione)