Pitti Uomo 87: edizione 2015, affluenza da record!

1111154.jpg

A poche ore dalla conclusione di Pitti Uomo n.87 (Firenze, 13/16 gennaio 2015), le previsioni sull’affluenza finale confermano le aspettative già comunicate ieri: per il salone leader mondiale della moda uomo è stata un’edizione davvero straordinaria, con un numero complessivo di presenze che ha quasi raggiunto i 24.000 compratori, in aumento del 15% rispetto alla precedente edizione invernale (erano stati 20.800 i buyer intervenuti un anno fa). Per i compratori esteri l’aumento previsto è del 11% (per un totale di circa 8.650 buyer), mentre il fronte italiano dovrebbe mettere a segno una performance del +17%. I visitatori che hanno partecipato al salone dovrebbero complessivamente raggiungere quota 35.000 presenze.

Ribadisco: un clima fantastico e non solo in termini meteorologici – commenta Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine. Si sta per concludere un’edizione più che incoraggiante di Pitti Uomo, un’ottima partenza di stagione che porta con sé grande fiducia e ottimismo. Non possono essere che questi gli aggettivi e i toni con cui impostare un bilancio di questa edizione: una crescita nelle presenze che non riguarda solo il fronte estero, ma anche e aggiungo con soddisfazione il nostro paese, e questo non può che farci che piacere. Senza dubbio il record iniziale di aziende partecipanti a questa edizione quasi 1.200 in totale, sommando anche le aziende di Pitti W è stata la premessa per il record di affluenza che sta per raggiungere questa edizione. E il merito di questo risultato è in primo luogo proprio delle nostre aziende: sono stati loro i protagonisti assoluti, grazie al loro impegno incredibile nel realizzare e presentare collezioni sempre più creative, e con un livello di qualità altissimo“.