Pitti Bimbo, l’appuntamento internazionale per la moda del bambino, dal 25 al 27 giugno 2015

1111205.jpg

Con 437 collezioni attese, di cui 207 provenienti dall’estero, e oltre 5.700 compratori e un totale di poco meno di 10.000 visitatori all’ultima edizione estiva, Pitti Bimbo si conferma l’unico salone che dà una rappresentazione completa dell’universo della moda bimbo a livello globale, ma anche una straordinaria piattaforma di tendenze lifestyle. E seguendo pitti-bimbo-80-le-immagini-del-salone-011un’inclinazione già intrapresa nelle stagioni precedenti, a questa edizione, più che mai, Pitti Bimbo punta l’acceleratore sul mondo della ricerca: dalle collezioni all’avanguardia di Apartment al mix tra creatività e sperimentazione dei marchi del nuovo progetto KidzFIZZ, dal classico-elegante delle grandi aziende di Pitti Bimbo alle label eco solidali di EcoEthic, dallo sportswear di Sport Generation ai ritmi urban di SuperStreet, fino agli accessori e al design legati al mondo dei piccoli. E tutto questo in una geografia dinamica, in perenne evoluzione, che accoglie il visitatore in un clima insieme business oriented e di piacere e intrattenimento. Un viaggio sempre nuovo e originale, attraverso i mille cortocircuiti di moda, arte, sport e design. Tra i nuovi ingressi, i progetti speciali e i rientri al salone di questa edizione segnaliamo nomi quali: Cataleya, Christian Lacroix, Hugo Boss, Ivoy Paris, J&JOY, Karl Lagerfeld, Manila Grace, Pilvi, Stella Jean, The Bonnie Mob, Timberland, Zeybra. 

THAT’S PITTICOLOR!, il tema di giugno, riletto a misura di bambino 

THAT’S PITTICOLOR! è il tema-guida dei saloni di giugno e parlerà di colore e di colori, quelli in cui siamo da sempre continuamente immersi, quelli che ci stanno attorno, pitti-bimbo-80-le-immagini-del-salone-014che portiamo addosso, che sono dentro di noi e davanti ai nostri occhi. Il linguaggio del colore è anche uno dei codici fondamentali del kidswear, per cui affrontando il tema del colore sarà naturale raccontare e interpretare stili e modi di vivere e giocare del bambino. Parleremo e progetteremo a colori i Pitti di questa estate per guardare il mondo in Pitticolor. Un progetto a cura di Oliviero Baldini. 

Il ruolo fondamentale dei buyer a Pitti Bimbo 

Sono i migliori compratori italiani e internazionali a decretare il successo commerciale della manifestazione e a certificarne la qualità dell’offerta, la capacità di rinnovamento continuo, la chiarezza espositiva e l’attenta segmentazione, l’impegno a scoprire nuovi marchi e nuovi talenti. Ne ricordiamo alcuni: 

Luisaviaroma, Leam, La Rinascente, Pupi Solari e Tessabit; dalla Gran Bretagna Fenwick, Harrods e Selfridges; dalla Francia Le Bon Marché, Printemps e Galeries Lafayette; dalla Germania Engelhorn, Loden Frey e Peek & Cloppenburg; dalla Svizzera Bongenie e Jelmoli; dagli Usa Barney’s, Bergdorf Goodman, Saks Fifth Avenue e Neiman Marcus; dalla Russia Bosco dei Ciliegi e Mercury; dalla Spagna El Corte Inglés; dal Giappone Isetan Mitsukoshi, Takashimaya, Sogo & Seibu e Ships; dall’Arabia Saudita Al Garawi e Harvey Nichols Riyadh; dagli Emirati Arabi Chalhoub e Lollypop; da Hong Kong Harvey Nichols Hong Kong; dalla Corea Shinsegae; dal Kazakistan Saks Fifth Avenue Almaty; dalla Turchia Demsa Group; dal Messico Liverpool; dall’India Myntra.com; dall’Indonesia Kids 21… e tanti altri ancora, anche da nuovi mercati come il Brasile.