Parco Valentino 2018, presentata a Torino la quarta edizione

Andrea-Lavy-Presidente-Parco-Valentino.jpg

È firmata da Aldo Brovarone, decano degli stilisti automotive, la locandina ufficiale della 4ª edizione di Parco Valentino International Auto Show. Un “modello da salone” rappresentante una Ferrari 400 Superamerica Superfast II appare in primo piano, davanti allo skyline di Torino sormontato dalla corona di Alpi, anticipazione di una delle grandi novità che Brovarone_2017_miniposter_A42caratterizzeranno l’edizione 2018: la mostra di prototipi a Torino Esposizioni. Parco Valentino si svolgerà dal 6 al 10 giugno 2018 e manterrà i capisaldi del suo format: ingresso gratuito al pubblico, apertura prolungata dalle 10 alle 24, esposizione all’aperto nella splendida cornice del Parco Valentino, stesso layout degli stand delle Case automobilistiche. Caratteristiche che consacrano la manifestazione come evento di punta del panorama automobilistico italiano con numeri importanti: 700.000 visitatori, provenienti da tutte e 102 le province italiane e da oltre 30 Paesi stranieri, come rilevato dall’analisi dei biglietti elettronici emessi. Accanto alle novità commerciali esposte lungo i viali di Parco Valentino, sarà allestita la mostra di prototipi, one-off e vetture speciali nell’adiacente Torino Esposizioni: sotto le volte disegnate dall’ingegner Pier Luigi Nervi il pubblico passeggerà tra la storia del car design, tra modelli iconici provenienti da tutto il mondo che hanno precorso e indirizzato il cammino dell’industria automotive mondiale. Il coinvolgimento nell’organizzazione di Aldo Brovarone, Leonardo Fioravanti, Fabrizio Giugiaro, Filippo Perini e Paolo Pininfarina, oltre a tutti i famosi designer che compongono il Comitato d’Onore della manifestazione, testimonia l’alto livello della mostra, diretta espressione della forte identificazione di Parco Valentino con il mondo del car design. Una grande occasione per conoscere da vicino la cultura automotive che sarà a ingresso gratuito per il pubblico attraverso il biglietto elettronico scaricabile sul sito www.parcovalentino.com. Il biglietto elettronico gratuito in questa 4ª edizione si confermerà strumento di grande importanza perché indispensabile per stilare non solo la provenienza del visitatore di Parco Valentino, ma anche per fornirne un completo identikit. A tutti i visitatori che scaricheranno il biglietto, sarà chiesto di compilare un breve questionario dal quale si sonderà l’interesse del pubblico per le nuove motorizzazioni, le propensioni d’acquisto a breve termine, i segmenti ritenuti più interessanti da chi vuole cambiare auto, il range di budget a disposizione, l’interesse alle prove su strada delle vetture, e poi ancora gli aspetti per i quali si preferisce una vettura rispetto alle altre: prestazioni, prezzo, estetica, funzionalità, assistenza post-vendita, gamma colori e status symbol. I dati raccolti saranno un prezioso bacino di informazioni messo a disposizione del sistema automotive: suddivisi per fasce d’età, costituiranno un campione per comprendere le tendenze, i gusti e i desideri delle generazioni più Conferenza stampa 4a edizione Parco Valentino 2018giovani, quelli ancora poco inquadrati dalle aziende. Attraverso il biglietto elettronico il visitatore di Parco Valentino fornirà suggerimenti, preferenze e indicazioni che saranno girati direttamente alle Case automobilistiche. Il programma di Parco Valentino International Auto Show prende forma e, accanto all’esposizione delle anteprime del Salone dell’Auto, ci saranno celebrazioni, anniversari e meeting di supercar e auto classiche nelle piazze di Torino, che renderanno Parco Valentino un vero e proprio evento diffuso. Dopo il successo ottenuto nella passata edizione con il focus di auto elettriche ed elettriche plug-in in piazza San Carlo, anche per la 4ª edizione si ripropone un interessante approfondimento sulle nuove motorizzazioni, con la possibilità di provare le vetture. Non mancherà l’anima emozionale e sportiva della manifestazione: il Gran Premio Parco Valentino, la passerella che porterà tra la gente la storia dell’industria e della creatività automobilistica italiana. Domenica 10 giugno 2018 il pubblico potrà assistere alla sfilata di quelle vetture iconiche che rappresentano il cammino del mezzo di trasporto che maggiormente ha caratterizzato i costumi: dai primi modelli del 19° secolo, passando per le regine del motorsport, fino a giungere alle rappresentanti del futuro immediato con sistemi di guida assistita. Uno spettacolo che partirà da piazza Castello, percorrerà le vie del centro cittadino, le colline vicino Superga, e arriverà alla Reggia di Venaria, teatro del primo Concorso d’Eleganza del Gran Premio, in cui una giuria di esperti premierà i modelli considerati più rappresentativi per fascia di classe. Nella passata edizione una scenografica riproduzione dei loghi delle Case automobilistiche sulla Mole Antonelliana ha dato il via alla manifestazione. Nel 2018 sarà piazza Castello teatro di una grande attrazione che animerà le serate del pubblico torinese e dei turisti, con l’allestimento del più grande cinema all’aperto d’Italia. La facciata di Palazzo Reale, con i suoi 110 metri di lunghezza, diventerà il maxi schermo su cui verrà proiettato tutte le sere, alle 22, alle 23 e alle 24, uno spettacolare film che racconterà la storia dell’industria automobilistica con immagini, video, loghi e fotografie che ripercorreranno la nascita e l’evoluzione di ciascun Brand ancora in attività, un evento culturale con al centro le storie imprenditoriali e i personaggi a esse collegate.

Conclude Andrea Levy, presidente di Parco Valentino: “Parco Valentino 2018 coinvolgerà tutta la città di Torino con eventi speciali di rilevanza internazionale, nei quali saranno interessate le Case automobilistiche, i Centri stile e collezionisti provenienti da tutto il mondo. Gli appassionati vedranno, accanto alle novità di prodotto, vetture speciali che non si sono mai viste riunite nella stessa location. Parco Valentino si conferma come momento d’incontro, d’ispirazione e di riflessione per tutto il settore dell’automobile”.

(Redazione/Uff. Stampa Paco Valentino)