MotoGP, Vinales in pole a Losail

Vinales-Qatar-2019.jpg
Maverick Vinales si porta a casa la prima pole position del 2019 regolando Andrea Dovizioso e Marc Marquez. Il Top Gun del Team Yamaha Monster Energy ha dominando la Q2 risultando il più veloce in entrambi i tentativi e chiudendo con un 1.53.546 quasi incredibile viste le condizioni ambientali. Oggi infatti a Losail soffiava un vento fortissimo che unito all’umidità della sera ha reso precario il grip degli pneumatici. Numerose sono state le cadute ma nonostante le richieste dei piloti di anticipare la partenza lo start della gara di domani è confermato alle 20 locali, le 18 italiane.
YAMAHA A DUE FACCE, BENE LA DUCATI, MARQUEZ RESTA LA CERTEZZA HONDA
Detto della prestazione di Vinales, resta da chiarire il mistero dell’altra metà del box con un Rossi anche oggi in grandissima difficoltà che non è riuscito a superare la Q1 e partirà domani solo quattordicesimo, ma soprattutto ultimo dei quattro piloti Yamaha in pista. Dovizioso e Marquez hanno centrato una prima fila che era l’obiettivo, ed i primi tre sono anche i naturali favoriti per la gara. La seconda fila è aperta da Jack Miller, che pare trovarsi davvero bene sulla GP19 di cui dispone quest’anno. Ad affiancarlo il sempre più sorprendente Fabio Quartararo, il debuttante del Team Yamaha Petronas che pare non soffrire nemmeno il confronto con i veterani della categoria. Sesto tempo per Cal Crutchlow con la Honda di Cecchinello. Dopo ottime sessioni di prove libere ci si aspettava almeno la prima fila da un velocissimo Danilo Petrucci ma il ternano ha chiuso col settimo tempo ed apre la terza linea dello schieramento. Oltretutto Danilo ha involontariamente ‘tirato’ Marquez nel giro decisivo, favorendo la prima fila del campione del mondo. A completare la top ten della Q2 sono Morbidelli, Nakagami e Rins.
Giornata da incubo per Lorenzo e Rossi
Anche oggi i due ex compagni di squadra hanno viaggiato in coppia, vivendo in una nuova giornata da dimenticare. Il maiorchino è incappato in un brutto highside nel corso della FP3, che lo ha costretto a passare dal centro medico per accertamenti. Una nuova caduta lo ha fermato nel corso della Q1 e per domani la sua gara si annuncia in salita, con una partenza in quinta fila dalla quindicesima casella dello schieramento. Ironia della sorte, Rossi partirà quattordicesimo dopo un’altra giornata di tribolazioni nel corso della quale non si sono visti segnali di miglioramento. Abbastanza preoccupante la mancanza di reazione sua e del box, contrapposta alla velocità di Vinales ed alle ottime prestazioni dei due giovani del team Petronas.
LE ALTRE CLASSI
Da quest’anno il format delle qualifiche di Moto3 e Moto2 è uniformato a quello della Motogp e suddiviso in Q1 e Q2. Soprattutto in Moto3 si imponeva una soluzione al problema dei pericolosissimi ‘trenini’ che si formavano negli ultimi minuti, con decine di piloti a pascolare in pista in attesa di un ‘traino’ da parte dei più veloci. Ora si cambia, ed i piloti che ottengono i migliori 14 tempi della classifica combinata delle libere accedono direttamente alla Q2. Tutti gli altri transitano dalla Q1 che promuove alla Q2 i migliori quattro.
In Moto3 pole di Aaron Canet, pilota del team di Max Biaggi, davanti a Dalla Porta e Toba. Quito Antonelli, settimo Arbolino ed ottavo Vietti.
In Moto2 la pole è andata a Schrotter davanti a Vierge, Baldassarri e Marini, incappato in una scivolata a due minuti dalla fine.
LA Q2 DELLA MOTOGP
12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 329.3 1’53.546
2 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Mission Winnow Ducati Ducati 342.0 1’53.744 0.198 / 0.198
3 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 346.0 1’53.745 0.199 / 0.001
4 43 Jack MILLER AUS Alma Pramac Racing Ducati 344.7 1’53.809 0.263 / 0.064
5 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 335.1 1’53.946 0.400 / 0.137
6 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 346.4 1’54.095 0.549 / 0.149
7 9 Danilo PETRUCCI ITA Mission Winnow Ducati Ducati 338.7 1’54.200 0.654 / 0.105
8 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 332.4 1’54.236 0.690 / 0.036
9 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 336.7 1’54.239 0.693 / 0.003
10 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 335.5 1’54.257 0.711 / 0.018
11 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 338.7 1’54.390 0.844 / 0.133
12 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 342.2 1’54.917 1.371 / 0.52
Alfonso Paduano