MotoGP, un grande Dovizioso espugna il Qatar

MotoGP-Dovzioso-Qatar-2019.jpg

Il 2019 si apre ricalcando perfettamente il 2018, un sontuoso Andrea Dovizioso si conferma principe del Qatar piegando ancora una volta Marc Marquez all’ultimo giro.

E dire che quando mancava una tornata al termine il forlivese è incappato in un errore che pareva aver spianato la strada per la vittoria al rivale, ma questo Dovizioso è diventato indomabile. Terzo posto e podio meritatissimo per Cal Crutchlow, alla prima gara dopo il calvario patito per la frattura della caviglia a fine 2018.
DOVIZIOSO DA URLO, MARQUEZ INCASSA, LA SUZUKI E ROSSI SORPRENDONO
Come era scontato aspettarsi, la gara è stata tattica per gran parte del suo svolgimento, con i piloti costretti a gestire grip e tenuta degli pneumatici. Al via era Dovizioso il più lesto a scattare mentre Vinales steccava lo start e si rendeva protagonista della solita partenza a gambero, ritrovandosi settimo alla fine del primo giro. In breve al comando della corsa si formava un gruppo di una decina di piloti, chiuso da Rossi che partito dalla quinta fila agganciava rapidamente il compagno di squadra. A sorprendere erano le due Suzuki, non in particolare evidenza in prova ma che in gara si sono battute per le prime posizioni, con Mir davvero sorprendente al debutto. Gara tattica fino a cinque giri dalla fine, con Dovizioso, Marquez,e Rins ad alternarsi al comando e Crutchlow, Petrucci, Mir, Rossi e Vinales ad inseguire a poco più di un secondo dalla vetta. Si arrivava al penultimo giro con cinque piloti ancora a giocarsi il podio. Dovizioso, Marquez, Crutchlow, Rins e Rossi finivano infatti nell’ordine racchiusi in poco più di mezzo secondo. Sesto posto per Danilo Petrucci, che dopo una bella gara in rimonta ha come sempre pagato pegno nel finale. Il ternano ha preceduto Vinales ed un davvero sorprendente Mir, con la seconda delle Suzuki. Nakagami ed Aleix Espargaro chiudevano la top ten. Gara difficile per Jorge Lorenzo, che lamentava dolori alla schiena dopo la brutta caduta d ieri e puntava a finire la gara, chiusa al tredicesimo posto.
LE ALTRE CLASSI
In Moto3 prima vittoria di un pilota giapponese nella categoria con l’affermazione di Toba che bruciava in volata il nostro Lorenzo Dalla Porta. Terzo posto per Aaaron Canet. Buono il risultato complessivo dei nostri piloti con Vietti quinto, Antonelli ottavo e Fenati nono. Nuova era per la Moto2, passata al motore Triumph 765 tre cilindri ed all’elettronica Marelli. Il primo successo del nuovo corso è andato ad un grande Lorenzo Baldassarri, capace di prendere il comando al primo giro e di resistere al furibondo rush finale di Thomas Luthi, di ritorno nella classe intermedia dopo una sfortunata parentesi in MotoGP. Terzo ha chiuso Schrotter che per pochi centimetri ha negato la soddisfazione del primo podio in carriera a Remy Gardner, il figlio del grande Wayne. Ottavo Luca Marini e nono Enea Bastianini al debutto nella categoria.
ORDINE DI ARRIVO MOTOGP
1 25 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Mission Winnow Ducati Ducati 166.6 42’36.902
2 20 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 166.6 +0.023
3 16 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 166.6 +0.320
4 13 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 166.6 +0.457
5 11 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 166.6 +0.600
6 10 9 Danilo PETRUCCI ITA Mission Winnow Ducati Ducati 166.4 +2.320
7 9 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 166.4 +2.481
8 8 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 166.3 +5.088
9 7 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 166.1 +7.406
10 6 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 166.0 +9.636
11 5 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 166.0 +9.647
12 4 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 165.8 +12.774
13 3 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 165.7 +14.307
14 2 29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 165.7 +14.349
15 1 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 165.6 +15.093
16 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 165.6 +15.905
17 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 165.5 +16.377
18 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 165.1 +22.972
19 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 165.1 +23.039
20 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 163.8 +43.242
Alfonso Paduano