MotoGP, Iannone chiude in testa le libere del Mugello. Paura per Pirro

Andrea-Iannone-GP-Mugello-2018.jpg
Ci eravamo sbilanciati nel pronosticare una Suzuki competitiva al Mugello, soprattutto in caso di nuova vena di Andrea Iannone, ed è proprio l’abruzzese a chiudere in testa i due turni di prove libere odierne. Andrea ha guidato come sa, mettendo in mostra non solo velocità ma anche buona costanza, e si candida senz’altro tra i possibili pretendenti al podio. Il turno pomeridiano ha fatto vivere momenti di ansia per Michele Pirro quando il collaudatore della Ducati alla staccata della S. Donato è stato sbalzato in aria in seguito all’impuntamento della moto in staccata, impattando poi violentemente sull’asfalto dopo un volo di decine di metri. Le immagini da brividi mostravano il pilota che rotolava nella via di fuga già incosciente. Prove fermate con bandiera rossa per permettere i soccorsi direttamente in pista. Pirro riprendeva conoscenza ma veniva trasportato in ospedale per accertamenti. Nulla di particolarmente grave fortunatamente, ma traumi alla testa, al torace ed all’addome oltre alla lussazione di una spalla.
IANNONE DOMINA, MA ATTENTI A MARQUEZ
Le due sessioni si sono svolte con temperature ambientali molto diverse, fresco al mattino e caldo nel pomeriggio, ma Iannone è stato efficace in entrambi i turni. Nella FP2 il caldo ha comportato i soliti problemi di grip, con cadute a ripetizione tutte per perdite dell’anteriore in frenata. Insieme a Iannone il più efficace è apparso il solito Marquez, che ha lavorato sul passo e sembra per ora il solo a far volare la Honda, con Crutchlow e Pedrosa più attardati. L’incidente di Pirro, con la lunga interruzione, ha forse scombussolato i piani di Andrea Dovizioso, solo dodicesimo al termine delle FP2. La migliore delle Ducati è quella di Jack Miller, quinto, mentre Petrucci ha chiuso nono davanti a Lorenzo. A proposito di quest’ultimo, una decisione definitiva è stata annunciata da Ducati subito dopo la gara di Barcellona. Infine la Yamaha. come al solito da decifrare in ottica gara. Il risultato finale delle libere è discreto, con Vinales secondo, Zarco quarto e Rosi settimo. ma guardando al passo sembra che le moto di Iwata paghino qualche decimo ai migliori.
I TEMPI DELLE FP2
1 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 342.9 1’46.735
2 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 346.3 1’47.122 0.387 / 0.387
3 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 348.1 1’47.218 0.483 / 0.096
4 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 344.1 1’47.365 0.630 / 0.147
5 43 Jack MILLER AUS Alma Pramac Racing Ducati 341.3 1’47.403 0.668 / 0.038
6 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 350.9 1’47.433 0.698 / 0.030
7 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 342.8 1’47.445 0.710 / 0.012
8 21 Franco MORBIDELLI ITA EG 0,0 Marc VDS Honda 344.0 1’47.497 0.762 / 0.052
9 9 Danilo PETRUCCI ITA Alma Pramac Racing Ducati 351.4 1’47.569 0.834 / 0.072
10 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 345.2 1’47.691 0.956 / 0.122
11 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 343.4 1’47.901 1.166 / 0.210
12 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 356.4 1’47.902 1.167 / 0.001
13 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 346.4 1’47.924 1.189 / 0.022
14 55 Hafizh SYAHRIN MAL Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 340.9 1’47.946 1.211 / 0.022
15 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 343.6 1’47.996 1.261 / 0.050
16 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 344.0 1’48.113 1.378 / 0.117
17 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 346.5 1’48.221 1.486 / 0.108
18 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 347.4 1’48.269 1.534 / 0.048
19 45 Scott REDDING GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 343.9 1’48.458 1.723 / 0.189
20 19 Alvaro BAUTISTA SPA Angel Nieto Team Ducati 345.0 1’48.524 1.789 / 0.066
21 17 Karel ABRAHAM CZE Angel Nieto Team Ducati 345.0 1’48.926 2.191 / 0.402
22 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 344.4 1’49.044 2.309 / 0.118
23 12 Thomas LUTHI SWI EG 0,0 Marc VDS Honda 338.9 1’49.082 2.347 / 0.038
24 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 355.2 1’49.111 2.376 / 0.029
25 10 Xavier SIMEON BEL Reale Avintia Racing Ducati 345.1 1’49.757 3.022 / 0.646
Alfonso Paduano