MotoGP, Dovizioso si impone nel diluvio a Valencia

Andrea-Dovizioso.jpg
Andrea Dovizioso e la Ducati sfatano il tabù di Valencia dopo una gara spezzata in due tronconi a causa delle condizioni meteo proibitive che hanno provocato una vera e propria ecatombe di cadute. Corsa interrotta dopo 14 giri quando quasi metà dei piloti era fuori gara. Dovizioso ha preceduto Alex Rins ancora una volta grandissimo con la Suzuki, mentre terzo posto e storico primo podio per la Ktm di Pol Espargaro. Giornata da dimenticare per le Yamaha ufficiali con Vinales caduto nella prima parte di gara e Rossi a quattro giri dalla fine quando era secondo.
LA CRONACA
Poco prima del via ricominciava a piovere ed al via il più veloce a scattare era Alex Rins davanti a Dovizioso, Vinales e un sorprendente Pol Espargaro con la Ktm. Rossi partito sedicesimo era protagonista di un buon avvio che lo vedeva portarsi all’ottavo posto alla fine del primo giro. Rins allungava con grande autorevolezza arrivando ad accumulare oltre tre secondi sul gruppo composto da Dovizioso, Marquez, Pol Espargaro, Petrucci, Miller, Vinales e Rossi. La pioggia cadeva sempre più forte ed iniziavano le cadute, finivano per terra Miller, Pirro, Petrucci, Pol Espargaro e poco dopo anche Marquez che si lussava nuovamente la spalla sinistra. La pista era ai limiti della praticabilità e cadevano anche Iannone, Vinales e Morbidelli mentre Dovizioso e Rossi nel frattempo avevano ripreso Rins, formando un terzetto al comando. Al quattordicesimo giro la direzione gara esponeva la bandiera rossa. Dei piloti caduti Pirro e Pol Espargaro riuscivano a riportare le moto al box ed a schierarsi per il secondo via dopo un’interruzione di mezz’ora. Al nuovo start Dovizioso si portava al comando su Rins e Rossi mentre Pol Espargaro superava Pedrosa e si portava al quarto posto. La pioggia riprendeva a cadere quasi subito e Dovizioso forzava accumulando margine su Rossi che superava Rins. A quattro giri dalla fine Rossi scivolava perdendo un pdio ormai sicuro e Dovizioso andava a vincere su Rins e ad un grandissimo Pol Espargaro al primo podio con la Ktm. Quarto chiudeva un ottimo Michele Pirro che aveva ragione di Dani Pedrosa, alla sua ultima gara in carriera. Nakagami, Zarco, Smith, Bradl e Syahrin completavano la top ten.
LE ALTRE CLASSI
In Moto3 clamorosa affermazione del giovanissimo turco Oncu, che trionfa a soli 15 anni al suo debutto nel mondiale come wild card. La gara era partita nel segno degli italiani con Arbolino che sfruttava al meglio la pole involandosi davanti a Bezzecchi, Oncu, McPhee e Di Giannantonio. La pista bagnata si rivelava parecchio insidiosa causando molte cadute, tra cui quella di Bezzecchi che riusciva a riprendere in ventesima posizione. Arbolino comandava con ampio margine ma gettava la gara al vento con una caduta a 11 giri dalla fine. Strada spianata così per Oncu che andava a vincere nonostante una intraversata a poche curve dal traguardo. Il podio era completato da Martin e McPhhe. Di Giannantonio, giunto quarto, soffia a Bezzecchi la seconda posizione nel mondiale.
In Moto2 vittoria del portoghese Oliveira davanti a Lecuona ed Alex Marquez. Gara partita in assenza di pioggia ma con pista umida ed insidiosa che causava una caduta di gruppo subito alla seconda curva in cui restavano coinvolti tra gli altri Marini, che partiva dalla pole, e Baldassarri. Bagnaia scattato bene dalla seconda fila non cadeva ma retrocedeva oltre la ventesima posizione. La corsa viveva sulla fuga di Alex Marquez che comandava con autorità fino a dieci giri dalla fine quando incappava in una scivolata riuscendo comunque a riprendere e chiudere terzo alle spalle di Oliveira e Lecuona. Buon quarto finiva Pasini mentre Bagnaia non andava oltre la quattordicesima posizione.
ORDINE DI ARRIVO MOTOGP
1 25 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 139.8 24’03.408
2 20 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 139.5 +2.750
3 16 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 139.1 +7.406
4 13 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 139.0 +8.647
5 11 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 138.5 +13.351
6 10 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 136.7 +32.288
7 9 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 136.7 +32.806
8 8 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 136.7 +33.111
9 7 6 Stefan BRADL GER LCR Honda CASTROL Honda 136.4 +36.376
10 6 55 Hafizh SYAHRIN MAL Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 136.3 +37.198
11 5 45 Scott REDDING GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 135.6 +44.326
12 4 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 135.5 +46.146
13 3 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 134.9 +52.809
14 2 17 Karel ABRAHAM CZE Angel Nieto Team Ducati 133.3 +1’10.628
15 1 81 Jordi TORRES SPA Reale Avintia Racing Ducati 132.7 +1’16.739
CLASSIFICA FINALE CAMPIONATO MOTOGP
1 Marc MARQUEZ Honda SPA 321
2 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 245
3 Valentino ROSSI Yamaha ITA 198
4 Maverick VIÑALES Yamaha SPA 193
5 Alex RINS Suzuki SPA 169
6 Johann ZARCO Yamaha FRA 158
7 Cal CRUTCHLOW Honda GBR 148
8 Danilo PETRUCCI Ducati ITA 144
9 Jorge LORENZO Ducati SPA 134
10 Andrea IANNONE Suzuki ITA 133
11 Dani PEDROSA Honda SPA 117
12 Alvaro BAUTISTA Ducati SPA 105
13 Jack MILLER Ducati AUS 91
14 Pol ESPARGARO KTM SPA 51
15 Franco MORBIDELLI Honda ITA 50
16 Hafizh SYAHRIN Yamaha MAL 46
Aleix ESPARGARO Aprilia SPA 44
18 Bradley SMITH KTM GBR 38
19 Tito RABAT Ducati SPA 35
20 Takaaki NAKAGAMI Honda JPN 33
21 Scott REDDING Aprilia GBR 20
22 Michele PIRRO Ducati ITA 14
23 Karel ABRAHAM Ducati CZE 12
24 Stefan BRADL Honda GER 10
25 Mika KALLIO KTM FIN 6
26 Katsuyuki NAKASUGA Yamaha JPN 2
27 Xavier SIMEON Ducati BEL 1
28 Jordi TORRES Ducati SPA 1 1
Alfonso Paduano