MotoGP, al via il weekend del Mugello

Autodromo-del-mugello.jpg
Siamo arrivati all’appuntamento forse più atteso dell’anno col Gran Premio d’Italia in programma dal 1 al 3 Giugno sul circuito del Mugello. Insieme a Phillip Island probabilmente il tracciato più affascinante del mondiale per la sua completezza e lo straordinario scenario naturale che lo circonda. La pista misura 5245 metri con 15 curve ed un rettilineo di oltre un chilometro dove le motogp superano in prova i 350 km orari. Fatta eccezione per la furibonda staccata al termine del rettilineo d’arrivo per affrontare la San Donato, il circuito è molto scorrevole e premia la guida fluida e la velocità di percorrenza oltre alla rapidità nei numerosi e veloci cambi di direzione da affrontare ‘col gas in mano’. Il lunghissimo rettilineo richiede tanto motore e qui il bombardone Ducati ha modo di esprimersi al meglio spuntando sempre le velocità più alte. Tutte le case comunque qui utilizzano motori freschi e con le mappe più spinte, alzando la soglia di intervento del limitatore. Il Mugello è anche uno dei tracciati dove si avvertono maggiormente i benefici delle appendici aerodinamiche, per il carico che conferiscno all’anteriore nei rapidi cambi di direzione. Sarà interessante vedere le configurazioni adottate, che non dovranno penalizzare troppo la velocità di punta sul dritto.
APPUNTAMENTO CRUCIALE PER DOVI E LA DUCATI
L’edizione 2017 vide la grande affermazione di Andrea Dovizioso, alla prima delle sue sei vittorie del’anno, davanti a Vinales e Petrucci che completò il trionfo Ducati davanti a Valentino Rossi. Quest’anno nei recenti test privati sembra però che la Honda abbia cambiato passo tanto da ottenere con Marquez il nuovo primato della pista stando ai rilevamenti ufficiosi. Facile quindi prevedere ancora Marquez e Dovizioso in veste di favoriti col solito punto di domanda riguardo alla Yamaha, che nei medesimi test privati ha tutt’altro che impressionato. Personalmente mi aspetto anche una Suzuki piuttosto competitiva, soprattutto in caso di ‘ispirazione’ di Andrea Iannone. A margine della gara, si dà per certo l’annuncio del secondo pilota Ducati per il biennio 2019/2020, con il buon Petrucci che pare ormai avere un piede, se non entrambi, nel team ufficiale.
ORARI TV
Diretta TV su Sky e TV8 con i eguenti orari
PROGRAMMAZIONE SKY
Giovedì 30 Maggio
17:00 | Conferenza Stampa Piloti MotoGP
18:00 | Paddock Live Show
Venerdì 1 Giugno
08.50 | Paddock Live
09:00 | Prove libere 1 Moto3
09.55 | Prove libere 1 MotoGP
10.55 | Prove libere 1 Moto2
13.10 | Prove libere 2 Moto3
14.05 | Prove libere 2 MotoGP
15.05 | Prove libere 2 Moto2
18.00 | Paddock Live Show
Sabato 2 Giugno
08.50 | Paddock Live
09.00 | Prove libere 3 Moto3
09.55 | Prove libere 3 MotoGP
10.55 | Prove libere 2 Moto2
12.15 | Paddock Live
12.35 | Qualifiche Moto3
13.30 | Prove libere 4 MotoGP
14.10 | Qualifiche MotoGP (Q1 alle 14:10, Q2 alle 14:35)
15.05 | Qualifiche Moto2
17.30 | Conferenza stampa qualifiche
18.00 | Paddock Live Show
Domenica 3 Giugno
08.30 | Paddock Live
08.40 | Warm up Moto3, Moto2, MotoGP
11.00 | Gara Moto3
12.20 | Gara Moto2
13.30 | Grid
14.00 | Gara MotoGP
15.45 | Paddock Live Ultimo Giro
19.00 | Race Anatomy MotoGP
PROGRAMMAZIONE TV8
Sabato 2 Giugno
11:30 | Studio MotoGP
12.35 | Qualifiche Moto3
14.10 | Qualifiche MotoGP (Q1 alle 14:10, Q2 alle 14:35)
15.05 | Qualifiche Moto2
15:50 | Studio MotoGP
Domenica 3 Giugno
10:00 | Studio MotoGP
11.00 | Gara Moto3
12.20 | Gara Moto2
14.00 | Gara MotoGP
15:00 | Studio MotoGP
Alfonso Paduano