MotoGP, a Jerez la pole è di Cal Crutchlow

MotoGP-Jerez-2018-pole-di-Cal-Crutchlow.jpg
Per il secondo giorno consecutivo, c’è una Honda a comandare la classifica dei tempi a Jerez ma è ancora una volta quella che non ti aspetti. Se nelle libere di ieri Marquez non si era dannato più di tanto l’anima per staccare il miglior tempo, oggi ci ha provato in tutti i modi senza tuttavia riuscire a centrare nemmeno la prima fila. E chissà se proprio il non aver lavorato sul giro secco nelle libere non gli sia costato qualcosa oggi. Poco male comunque, il suo passo resta il migliore ed è quasi obbligatorio considerare Marquez il naturale favorito per la gara di domani.

HONDA MOTO DA BATTERE

La pole position chiude al meglio una vigilia di gara eccellente per Cal Crutchlow. L’inglese del team di Cecchinello quest’anno sembra proprio aver svoltato e grazie ad una RCV 2018 indiscutibilmente nata bene si esprime al meglio in ogni turno di prove. Qui in particolare si è dimostrato veloce e sicuro in ogni sessione, sarà sicuramente un protagonista anche in gara. Al suo fianco in prima fila un ancora convalescente Dani Pedrosa, che qui guida divinamente e non sembra soffrire troppo dei dolori al polso che lo hanno tormentato ad Austin. Dani vinse qui lo scorso anno e ha un feeling particolare col tracciato, lecito considerarlo uno dei pretendenti al podio.

DUCATI E SUZUKI INSEGUONO, SOLO ZARCO TIENE A GALLA LA YAMAHA

A chiudere la prima fila un sorprendente Johann Zarco. Intendiamoci, non è una sorpresa che il francese sia veloce, ma dopo sessioni di libere e soprattutto una FP4 molto tribolata la sua prestazione in qualifica è giunta quasi inaspettata. Zarco è uno specialista del giro a vita persa ed anche stavolta ci ha messo molto del suo, ma fatichiamo a vederlo tra i favoriti per la gara, anche se l’azzardo di montare le gomme morbide, impensabile per i compagni di marca potrebbe aiutarlo. E’ quella di Jorge Lorenzo la prima Ducati sullo schieramento, ad aprire la seconda fila. Su un tracciato che con la Yamaha lo ha visto compiere imprese memorabili, il maiorchino si è ben difeso, apparendo anche discretamente veloce sul passo. Anche lui potrebbe tentare l’azzardo della gomma morbida anteriore in gara. Quinto tempo per Marc Marquez, per il quale la partenza in seconda fila non è certo un grande limite, e sesta casella per Alex Rins con la prima delle Suzuki. Dopo una FP4 che aveva visto le due moto di Hamamatsu chiudere al comando la classifica dei tempi, forse ci si aspettava qualcosa di più in qualifica ma poco importa, Rins e Iannone, che scatterà settimo, hanno un gran passo e potrebbero essere la vera sorpresa in gara. A completare la terza fila accanto al citato Iannone, le altre due GP18 di Dovizioso e Petrucci. Prove così e così per entrambi, con Dovizioso che anche qui dovrà cercare di portare a casa il massimo in ottica campionato. Quarta fila per le due M! uffciali di Rossi e Vinales, staccati di sei decimi dalla vetta. Se il risultato in qualifica non è certo esaltante, è sprattutto la prestazione fornita nella FP4 ad allarmare. La sessione in cui si definiscono le scelte per la gara ha messo in mostra tutte le difficoltà della Yamaha che ha stentato anche con lo stesso Zarco. I problemi sono gli stessi emersi lo scorso anno qui a Jerez, con la moto che soffre moltissimo le alte temperature e lo scarso grip. Salvo imprevedibili miracoli dell’ultima ora, si anuncia una gara difficilissima sia per Rossi che per Vinales. A completare la quarta fila Jack Miller con la seconda Ducati Pramac.

Le altre classi

In Moto3 pole position di Martin davanti a Oettl ed al nostro Di Giannantonio. Seconda fila tutta italiana con Antonelli, Bezzecchi e Migno nell’ordine. In Moto2 sarà Baldassarri a partire al palo affiancato da Marquez e Bagnaia. Nono tempo per Romano Fenati e decimo per Mattia Pasini.

MOTOGP – Q2

1 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 291.3 1’37.653
2 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 287.8 1’37.912 0.259 / 0.259
3 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 286.2 1’37.956 0.303 / 0.044
4 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 287.7 1’37.969 0.316 / 0.013
5 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 289.0 1’37.977 0.324 / 0.008
6 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 284.5 1’37.984 0.331 / 0.007
7 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 287.3 1’37.987 0.334 / 0.003
8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 288.2 1’38.029 0.376 / 0.042
9 9 Danilo PETRUCCI ITA Alma Pramac Racing Ducati 289.1 1’38.086 0.433 / 0.057
10 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 287.4 1’38.267 0.614 / 0.181
11 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 287.0 1’38.281 0.628 / 0.014
12 43 Jack MILLER AUS Alma Pramac Racing Ducati 284.2 1’38.522 0.869 / 0.241
Alfonso Paduano