Hyundai consegna una ix35 Fuel Cell all’Arma dei Carabinieri

Hyundai-ix35-Fuel-Cell-Carabinieri-Bolzano-1.jpg

Hyundai ix35 Fuel Cell è il primo veicolo alimentato a idrogeno in uso alle forze di polizia italiane. A partire dal 21 scorso, infatti, la Legione dei Carabinieri Trentino Alto Adige amplia la sua flotta con una Hyundai ix35 Fuel Cell, prima auto a idrogeno al mondo prodotta in serie e appositamente allestita per il Corpo dei Carabinieri. La consegna ufficiale della ix35 Fuel Cell, donata all’Arma da Autostrada del Brennero S.p.A., è avvenuta nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso l’Istituto per Innovazioni Tecnologiche di Bolzano, alla presenza del Generale Massimo Menniti e dell’Amministratore Delegato di Autostrada del Brennero, Walter Pardatscher. L’evento, testimonia ancora una volta il ruolo di Hyundai-ix35-Fuel-Cell-Carabinieri-Bolzano-5Hyundai nello sviluppo della mobilità a idrogeno su scala globale: attiva nel settore dal 1998 con quello che è oggi il più grande centro R&D sull’idrogeno nel mondo, la casa automobilistica coreana ha inaugurato per prima, nel 2013, la produzione in serie di veicoli a idrogeno con ix35 Fuel Cell. Risultato di anni di studi e ricerche, ix35 Fuel Cell rappresenta la terza generazione di Hyundai a idrogeno. La vettura garantisce un’autonomia massima di quasi 600 km con un pieno di idrogeno,con emissioni limitate al solo vapore acqueo generato dalle celle combustibili – unito al vantaggio di poter effettuare un rifornimento in pochi minuti. Oggi Hyundai ix35 Fuel Cell è distribuita in 18 Paesi nel mondo, diverse centinaia circolano attualmente sulle strade d’Europa – 11 di queste proprio in Alto Adige.Le Hyundai ix35 Fuel Cell in circolazione a Bolzano, insieme agli autobus a celle a combustibile, hanno permesso di raggiungere quest’anno l’importante traguardo di 1 milione di chilometri percorsi a emissioni zero in Alto Adige: l’Istituto per Innovazioni Tecnologiche di Bolzano (IIT) ha inaugurato meno di 3 anni fa la prima stazione di rifornimento H2 ricavato esclusivamente da fonti energetiche rinnovabili. Grazie all’utilizzo dell’idrogeno si è evitata l’emissione di oltre 1.000 tonnellate di CO2.  Nel 2018, inoltre, è previsto l’arrivo in Europa del SUV Fuel Cell di ultima generazione, che propone un nuovo design, migliori prestazioni e una maggiore autonomia rispetto all’attuale Hyundai ix35 Fuel Cell. Il concept è stato svelato a Seul, in una versione non lontana da quella che entrerà in produzione, mentre il lancio è in programma in occasione del CES di Las Vegas 2018. Con questo progetto, Hyundai continua a giocare un ruolo chiave nello sviluppo della mobilità sostenibile, confermandosi l’unica casa automobilistica ad offrire tutte e quattro le principali alimentazioni alternative -elettrica, ibrida, ibrida plug-in e idrogeno – per soddisfare le diverse necessità dei consumatori nei vari Paesi. L’esempio più significativo è rappresentato dal modello IONIQ, unica auto al mondo che permette di scegliere fra le tre motorizzazioni Hybrid, Electric e Plug-in Hybrid sulla medesima carrozzeria. La strategia di e-mobility a lungo termine di Hyundai prevede inoltre di allargare l’offerta a 15 modelli ecologici sul mercato globale entro il 2020.La prima sarà la versione elettrica della Nuova Hyundai Kona, presentata al pubblico al Salone di Francoforte, che a metà 2018 sarà il primo SUV elettrico di segmento Ba essere prodotto in serie.

Sistema fuelcell di quarta generazione
Il nuovo SUV Fuel Cell sarà il secondo modello a idrogeno commercializzato da Hyundai e utilizzerà la quarta generazione della tecnologia a celle a combustibile sviluppata in-house. Quattro i pilastri chiave del progetto: l’efficienza del sistema fuelcell, le prestazioni, la durabilità e il miglior rapporto capacità/peso del serbatoio.Il nuovo SUV a idrogeno vanta infatti un livello di efficienza pari al 60% – con un incremento del 9% rispetto al 55.3% della ix35 – e un’autonomia di circa 800 km con un singolo pieno di idrogeno (in base agli standard del ciclo europeo NEDC). La potenza massima è aumentata notevolmente (+20%) passando dagli attuali 136CV a 163CV. Inoltre la struttura del veicolo è ottimizzata infatti per consentirne l’avviamento fino a -30 gradi Celsius mentre sono stati apportati una serie miglioramenti in merito allo stoccaggio dell’idrogeno: i tre serbatoi compositi delle stesse dimensioni presentano una riduzione dello spessore delle pareti e una capacità gravimetrica incrementata.

Società a idrogeno alla portata di tutti                                                                                                              Hyundai prenderà parte anche alla Hydrogen House, progettata dall’amministrazione della città di Seul. Il programma è partito lo scorso 17 agosto e continuerà fino al 17 novembre mostrando i prototipi dei nuovi veicoli fuelcell per promuovere la loro diffusione e una Società a idrogeno. Contemporaneamente, Hyundai presenterà un nuovo bus a idrogeno nel quarto trimestre di quest’anno. E’ attraverso iniziative come questa che la casa intende dimostrare come una Società a idrogeno potrebbe essere realizzata in un futuro non troppo lontano. Hyundai Motor Company è stata la prima casa automobilistica ad aver introdotto una linea di produzione in serie di veicoli fuelcell a idrogeno e ha fornito veicoli a celle a combustibile dal 2013. L’azienda ha iniziato a sviluppare la tecnologia fuelcell nel 1998 e ha prodotto il primo veicolo a celle a combustibile su Santa Fe, nell’ambito di una collaborazione con CaFCP (California Fuel Cell Partnership). Nel corso di questo ventennio, Hyundai ha dimostrato che i veicoli a idrogeno sono competitivi quanto le vetture a combustione interna in termini di sicurezza e affidabilità. Attualmente Hyundai commercializza i suoi veicoli fuelcell in 18 Paesi e l’azienda sta prendendo in considerazione l’ipotesi di diffondere il nuovo modello a celle a combustibile in mercati con un elevato potenziale di crescita per i veicoli ecologici come la Cina.

(Redazione/Hyundai press)