Campionato FIA Formula E: Renault fa il punto sulla seconda tappa conclusasi a Berlino

1111261.jpg

La seconda tappa europea del Campionato FIA di Formula E si è svolta a Berlino. Particolarmente impegnata nello sviluppo sostenibile, la metropoli tedesca ha offerto, con l’Aeroporto di Tempelhof, uno scenario d’eccezione a questa categoria innovativa, per consentirle di misurarsi in una gara spettacolare. Sul tracciato specificamente disegnato per l’occasione, le quaranta Spark-Renault SRT_01E, la cui architettura è curata da Renault Sport, hanno tutte dato prova delle loro qualità dinamiche e dello straordinario adattamento a qualunque fondo stradale, dimostrandosi sicure, affidabili e soprattutto performanti. Dopo aver dominato nelle prove libere, Lucas di Grassi e Sébastien Buemi hanno dovuto cedere a Jarno Trulli (Trulli) il primo posto sulla griglia di partenza. Fin dal primo giro, Lucas di Grassi assumeva il comando della gara, distaccando rapidamente i concorrenti. Sébastien Buemi lo imitava al sesto passaggio, seguito, un giro dopo, da Nick Heidfeld (Venturi) e Jérôme d’Ambrosio. Lanciatosi alla rincorsa del leader, Sébastien Buemi doveva affrontare anche la pressione del belga che, nel frattempo, aveva superato il tedesco. Jérôme d’Ambrosio riusciva a trovare il varco al cambio delle monoposto, ma Lucas di Grassi era già troppo distante e si imponeva con sette secondi di anticipo rispetto all’ex pilota di F1, che ereditava però la vittoria dopo l’esclusione del brasiliano, per aver utilizzato un’ala anteriore non conforme. Incalzato da Nick Heidfeld e Loïc Duval, Sébastien Buemi riusciva a resistere e distanziare gli avversari, conquistando il secondo posto davanti al francese. Nelson Piquet (NEXTEV TCR) prende il comando del campionato, con due punti di vantaggio su Sébastien Buemi, mentre la scuderia e.dams-Renault consolida la leadership tra i team. In apertura dell’ePrix, la corsa di Formula E School Series poneva alla ribalta i licei berlinesi, lasciando spazio anche ad una dimostrazione della celebre Formula Student. La giornata è stata scandita dagli eventi organizzati da Renault, intorno alla showcar dai colori dell’e.dams-Renault e ai veicoli della gamma Z.E., ma anche con animazioni dedicate al pubblico.

Mosca accoglierà la nona prova del Campionato FIA di Formula E il 6 giugno prossimo.

Olivier Gaudefroy, Direttore Generale di Renault Germania: «Questa prova rappresenta un grande evento per tutti gli attori coinvolti, e in particolar modo per Renault, la Formula E e la città di Berlino. Gli spettatori hanno potuto valutare l’importanza dei veicoli elettrici nella vita quotidiana, e il loro ruolo nella società dovrebbe crescere negli anni. Il successo popolare e logistico di questa grande anteprima sul suolo tedesco contribuirà allo sviluppo del mercato dell’auto elettrica in Germania. Era essenziale che Renault potesse partecipare e mostrare a che punto la sua gamma è matura. Siamo tutti lieti del podio di e.dams-Renault grazie a Sébastien Buemi».

CLASSIFICA

1. Jérôme d’Ambrosio (Dragon Racing) 33 giri

2. Sébastien Buemi (e.dams-Renault) +2’’433

3. Loïc Duval (Dragon Racing) +3’’508

4. Nelson Piquet (NEXTEV TCR) +3’’975

5. Nick Heidfeld (Venturi) +13’’046

6. Stéphane Sarrazin (Venturi) +13’’335

7. Jean-Eric Vergne (Andretti) +13’’678

8. Sam Bird (Virgin Racing) +14’’055

9. Vitantonio Liuzzi (Trulli) +15’’636

10. Nicolas Prost (e.dams-Renault) +16’’602

Miglior giro: Nelson Piquet (NEXTEV TCR) 1’24’’435