Concessionari auto usate, cosa bisogna sapere prima dell’acquisto

75586_5_8.jpg

Con Internet si sono moltiplicati i siti di annunci di auto usate: per poter scegliere bene, però, è necessario imparare a prestare attenzione anche ai dettagli.

Usato sicuro, occasione, affare: sempre più spesso questi tre termini ricorrono nei tantissimi portali di annunci di auto usate che sono stati creati negli ultimi anni, grazie allo sviluppo di internet e dell’e-commerce, che ha dato una spinta decisiva al mercato delle auto di seconda mano. Non sempre però è facile riuscire a districarsi in questa selva di offerte, né capire dove si nasconda l’eventuale e temuta “fregatura”: per questo, il primo consiglio da dare a chi è alla ricerca di una vettura da acquistare è di rivolgersi solo a rivenditori accertati ed affidabili, come ad esempio Car Affinity, che si sta ritagliando uno spazio importante nel segmento dei concessionari di auto usate, e seguire alcune regole di base che andremo ora a sintetizzare.

AUMENTANO LE IMMATRICOLAZIONI DI VETTURE

Dopo alcuni anni di stagnazione, i dati sulle immatricolazioni delle auto in Italia stanno tornando in ambiente positivo, e a trainare questo trend è proprio la compravendita di auto usate: secondo le più recenti notizie, per ogni 100 nuove vetture acquistate al mese nel nostro Paese c’è un corrispettivo di almeno 160 veicoli di seconda mano che cambiano proprietario (come riporta l’ACI – Automobile Club Italia).

In particolare, come rileva il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la regione regina delle auto usate è la Lombardia, e in particolare le province di Brescia e Milano, città trainanti del settore automotive made in Italy, che sta dunque tornando a vivere momenti di vitalità. Il merito di questo successo è anche delle possibilità offerte dal web, dove ormai si diffondono sempre più siti di annunci e quotazione di auto usate, da quelli più professionali a quelli invece artigianali, che rischiano però di aprire il campo a brutte sorprese, ovvero inconvenienti sulla vettura che si rivelano solo dopo l’acquisto

ACQUISTARE UN’AUTO ONLINE: LA GUIDA PER EVITARE LE TRUFFE 

3333

Il buon senso è una bussola strategica per navigare in questo mare ricco di opportunità e pericoli, nonché criterio da utilizzare immediatamente quando ci troviamo di fronte a un’offerta di auto usata che sembra fin troppo allettante: è proprio dietro un prezzo molto basso e praticamente fuori mercato che possono annidarsi le insidie, di tipo meccanico (guasti non segnalati, ammaccature, chilometraggio taroccato) o addirittura sui documenti (problemi di natura burocratica, fiscale o addirittura penale, come ipoteche e fermi amministrativi). La prima regola nella ricerca del giusto concessionario di auto usate, dunque, è di studiarne attentamente la serietà, leggendo le credenziali segnalate e navigando su vari siti per confrontare le differenti proposte economiche, per capire anche la convenienza delle quotazioni che si trovano. In genere, per aumentare il grado di sicurezza, è bene rivolgersi a un venditore professionista, come ci ricorda anche l’Unione Nazionale Consumatori: concessionari, autosaloni o officine operanti in Italia, infatti, devono sottostare al Codice del consumo, che prevede un regime di garanzie rafforzate per gli acquirenti, che di solito hanno una durata minima di un anno. Irrinunciabile è poi la valutazione diretta dello stato della vettura: prima di concludere l’operazione di acquisto, infatti, è bene fissare un appuntamento dal vivo per poter osservare e soprattutto controllare le condizioni dell’auto, oltre che per accertarci immediatamente che corrisponda a quella promessa nell’annuncio. Se non siamo particolarmente esperti di tecnica e meccanica, sarebbe buona prassi farci accompagnare da un amico meccanico, così da affidarci a lui per tutte le prove da effettuare, come quella sulla verifica del motore (per cercare eventuali perdite d’olio o problemi ad altre componenti), sullo stato degli interni dell’abitacolo o della carrozzeria, nonché durante il decisivo test su strada, che può servire a eliminare i dubbi residui sull’auto, sulle sue prestazioni e, di conseguenza, sulla convenienza del suo prezzo.

Anna Capuano