ZF sviluppa il volante del futuro per la guida automatizzata di livello avanzato

ZF-Volante-Avanzato-2.jpg

ZF ha presentato oggi un volante di nuova concezione studiato per supportare le funzionalità per la guida autonoma di livello 3 o superiore. Il sistema comprende la funzione di controllo dei gesti tramite segnali grafici al fine di migliorare la comunicazione tra il conducente e il veicolo, e una tecnologia avanzata di rilevamento delle mani (hands-on detection). Con la crescente diffusione di nuove funzioni di guida automatizzata, le tecnologie avanzate impiegate nel volante sono importanti e possono contribuire ad aumentare la sicurezza del conducente e la consapevolezza del livello di controllo corrente del veicolo.

Secondo Juergen Krebs, vice presidente dello sviluppo ingegneristico per i volanti e gli airbag lato conducente, “L’interfaccia tra veicolo e conducente sarà fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo “Vision Zero” perseguito da ZF.” Il nuovo volante ZF sfrutta il controllo dei gesti per azionare diverse funzionalità scelte dalla casa costruttrice del veicolo. Funziona in modo intuitivo riconoscendo i gesti usati normalmente con i telefoni e altri dispositivi smart. Per esempio toccando una volta la copertura potrebbe essere attivato il clacson, mentre toccando due volte oppure toccando e scorrendo il dito sulla corona si possono attivare funzioni selezionate associate con quella particolare porzione della corona del volante, come la gestione dell’impianto di condizionamento. Tali gesti sono supportati e confermati dal display centrale e da segnali grafici e luminosi. Il volante utilizza varie interfacce per segnalare il livello di controllo del veicolo. Uno schermo LCD a 7″ posto in posizione centrale sulla corona del volante indica se il conducente ha il pieno controllo della vettura. Inoltre lungo la corona del volante è integrata una fascia di luci a LED blu che si accendono quando è in funzione la modalità di guida autonoma, bianche quando è in funzione la modalità di guida manuale e rosse per allertare il conducente. La fascia comprende anche luci gialle, che corrispondono agli indicatori di direzione destro e sinistro, mentre delle luci fisse o lampeggianti segnalano diverse situazioni scelte dal costruttore del veicolo. Il sistema presenta inoltre un’ampia gamma di funzioni ingegnosamente integrate nel volante, tra cui 10 sensori capacitivi posti sulla corona esterna che rilevano la posizione delle mani del conducente nel tenere il volante, e un ulteriore sensore posto nella parte interna della corona che rileva se la presa del volante è appropriata. Ciò consente di rilevare accuratamente se il conducente ha le mani sul volante e se ha il pieno controllo del veicolo oppure no. Un aspetto fondamentale per realizzare la guida autonoma di livello 3 o superiore. L’eccezionale configurazione del volante ha presentato nuove sfide in quanto l’airbag lato conducente non poteva essere sistemato nella posizione tradizionale a causa della presenza dello schermo centrale LCD. Gli ingegneri di ZF hanno sviluppato un nuovo tipo di airbag che si apre dalla parte posteriore del volante passando attraverso la corona e coprendo il display, proteggendo così il conducente in caso di urto.

Il volante di nuova concezione di ZF rappresenta un passo importante nell’evoluzione della guida automatizzata e contribuisce ad aumentare la sicurezza e la consapevolezza del conducente” sottolinea Krebs. “Nel cammino che ci porterà all’adozione di funzioni di automazione di livello 3, il passaggio del controllo tra il veicolo e il conducente tramite feedback molto precisi sarà fondamentale. Riteniamo che il nostro nuovo sistema sia la soluzione più intuitiva e quella che fornisce il feedback più chiaro al conducente“.

(Redazione/Press ZF)